Clicca qui per scaricare

La prova scientifica nella cultura della sicurezza: nuovi strumenti, nuovi ragionamenti
Titolo Rivista: SICUREZZA E SCIENZE SOCIALI 
Autori/Curatori: Marina Dobosz 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: 2  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 47-59 Dimensione file:  110 KB
DOI:  10.3280/SISS2014-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


The issue of security, which is usually dealt with in terms of prevention and risk management, covers the whole social context, in which the term safety is ill-suited to reality of the common man. The objective is therefore to highlight the uncertainty of scientific knowledge, the risk associated with technological applications and the consequences - more or less serious - in judicial reasoning that arise from lack of knowledge of the most appropriate means of evidence evaluation.


  1. Barreca G. (2005). L’utilitarismo. Milano: CUEM.
  2. Bayes T. (1763). An essay towards solving a problem in the doctrine of chances. Philosophical Transactions of the Royal Society of London, 53: 370-418., DOI: 10.1098/RSTL.176.0053
  3. Beck U. (2001). La società globale del rischio. Trieste: Asterios.
  4. Canzio G. (2005). Prova Scientifica, ricerca della “verita” e decisione giudiziaria nel processo penale. In Decisione giudiziaria e verità scientifica, Quaderno n. 8 della Rivista Trimestrale di Diritto e Procedura Civile: 55-79.
  5. Conti C. (2008). Ludex peritus peritorum e ruolo degli esperti nel processo penale. In Tonini P., a cura di, Dossier “La prova scientifica nel processo penale”, allegato Dir. pen. proc., 6: 29-36.
  6. Crescentini A., Sada A., Giossi L., a cura di (2007). Elogio della sicurezza. Aspetti multidisciplinari tra scienza e pratica. Milano: Vita e Pensiero.
  7. Dominioni O. (2005). La prova penale scientifica. Milano: Giuffre.
  8. Fiori A. (1999). Perizie sbagliate, false perizie e false accuse in Medicina legale della responsabilità medica. Milano: Giuffre.
  9. Fiori A. (2002). Il nesso causale e la medicina legale: un chiarimento indifferibile. Disponibile su www.pillole.org.
  10. Gigerenzer G. (2003). Quando i numeri ingannano. Imparare a vivere con l’incertezza. Milano: Raffaello Cortina.
  11. Introna F., Rubini L. (2002). Dossier nazionale sui consulenti tecnici d’ufficio. Riv. It. Med. Leg, XXIV: 831-843.
  12. Lorusso S. (2011). Il contributo degli esperti alla formazione del convincimento giudiziale. Archivio Penale, 3: 807-820.
  13. Jonas H. (2002). Il principio responsabilità. Un’etica per la civiltà tecnologica. Roma: Biblioteca Einaudi.
  14. Nobili M. (1974). Il principio del libero convincimento del Giudice. Milano: Giuffre.
  15. Pascali V.L. (2011). Causalità ed inferenza nel Diritto e nella prassi giuridica. Milano: Giuffre.
  16. Popper K. (1985). Congetture e confutazioni. Bologna: il Mulino.
  17. Stella F. (2003). Giustizia e modernità. Milano: Giuffre.
  18. Taroni F., Bozza S., Biedermann A., Garbolino P., Aitken C. (2010). Bayesian Data Analysis in forensic science: A Decision-theoretic Perspective. Chichester: Wiley., DOI: 10.1002/9780470665084
  19. Tuzet G. (2010). Dover decidere. Diritto, incertezza e ragionamento. Roma: Carocci.
  20. Valli M. (2011). La rivoluzione di Bayes. Milano: il Saggiatore, disponibile solo in formato e-book.ma-Bari: Laterza.

Marina Dobosz, in "SICUREZZA E SCIENZE SOCIALI" 2/2014, pp. 47-59, DOI:10.3280/SISS2014-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche