Port Arthur è caduta. la guerra russo-giapponese nella stampa italiana e tedesca

Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO
Autori/Curatori: Nicola Bassoni
Anno di pubblicazione: 2014 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 28 P. 5-32 Dimensione file: 128 KB
DOI: 10.3280/MON2014-002001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Attraverso questo saggio l’autore fornisce una panoramica sul racconto della guerra russo-giapponese così come si produsse sui principali organi di stampa in Italia e in Germania. A questo fine sono stati presi in esame i contributi giornalistici riguardanti il biennio 1904-05 con particolare attenzione alle impressioni suscitate dal conflitto estremorientale, alle tendenze generali, ai motivi retorici ricorrenti e agli specifici contesti nazionali. Tra le fonti adottate sono da segnalare il Corriere della Sera, La Stampa, La Nazione, La Tribuna e Il Mattino per la stampa italiana, il Berliner Lokal-Anzeiger, la Berliner Morgenpost, il Berliner Tageblatt, la Freiburger Zeitung, la Bonner Volkszeitung, la Darmstädter Zeitung e lo Staufener Wochenblatt per la stampa tedesca. Ciò che emerge dalla ricerca è un variegato panorama di contributi e opinioni, utile strumento per lo studio sia della guerra russo-giapponese in sé, che della visione europea del Giappone agli inizi del Novecento.

Nicola Bassoni, Port Arthur è caduta. la guerra russo-giapponese nella stampa italiana e tedesca in "MONDO CONTEMPORANEO" 2/2014, pp 5-32, DOI: 10.3280/MON2014-002001