La religione cattolica e il Pci. Un problema di continuità (1944-1954)

Titolo Rivista: MEMORIA E RICERCA
Autori/Curatori: Lorenzo Ettorre
Anno di pubblicazione: 2015 Fascicolo: 48 Lingua: English
Numero pagine: 22 P. 143-164 Dimensione file: 120 KB
DOI: 10.3280/MER2015-048009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

The article analyses the attention and the interest the Italian Communist Party showed towards the Catholic religion, from 1944 to 1954. The considered diachronic development - intentionally widened to a ten years period - enabled an overall view of the Communist attitude towards the Catholics and let interruptions and continuities appear. Among them, the last ones prevailed. The Turning Point inaugurated by Togliatti in Salerno, in fact - although conditioned by the Cold War national and International changes, that accelerated or slowed it according to the occasions - could be considered irrevocable, laying the basis for the following years Communist politics, culminating, after two decades, in the "Historic compromise".

Lorenzo Ettorre, La religione cattolica e il Pci. Un problema di continuità (1944-1954) in "MEMORIA E RICERCA " 48/2015, pp 143-164, DOI: 10.3280/MER2015-048009