Una carriera democristiana tra l’Italia ed un’altra Europa. pragmatismo e visione in Lorenzo Natali

Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO
Autori/Curatori: Augusto D'Angelo
Anno di pubblicazione: 2015 Fascicolo: 3 Lingua: English
Numero pagine: 29 P. 77-105 Dimensione file: 137 KB
DOI: 10.3280/MON2015-003003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il saggio ricostruisce l’itinerario politico di Lorenzo Natali, leader della Democrazia cristiana in Abruzzo e poi vicepresidente della Commissione Europea dal 1977 al 1989. In gioventù fu vicino alle attività per i poveri del futuro sindaco di Firenze Giorgio La Pira, poi partecipò alla resistenza al nazifascismo, divenne leader democristiano a livello regionale. Parlamentare, sottosegretario e ministro in vari governi dalla metà degli anni Cinquanta ai Settanta, la sua esperienza rappresenta una sintesi originale e personale tra fede cristiana e impegno politico, e la sua attività pubblica fu vissuta come lavoro a vantaggio del proprio territorio, del proprio paese, dell’Europa ed anche dei paesi extra-europei in rapporto con la Cee. In tale prospettiva, la sua figura, pur secondaria nella Democrazia Cristiana, testimonia di un itinerario generazionale di costruzione personale e politica che non concedeva nulla all’improvvisazione sia sotto il profilo dell’attività partitica sia sotto quello dell’attività amministrativa e governativa. Sconfitto ed emarginato nella sua regione, è stato una personalità di riferimento nella costruzione comunitaria della stagione dell’allargamento a dodici paesi.

Augusto D'Angelo, Una carriera democristiana tra l’Italia ed un’altra Europa. pragmatismo e visione in Lorenzo Natali in "MONDO CONTEMPORANEO" 3/2015, pp 77-105, DOI: 10.3280/MON2015-003003