Una costruzione difficile: la scena primaria nelle strutture limite

Titolo Rivista: PSICOANALISI
Autori/Curatori: Marie France Dispaux
Anno di pubblicazione: 2016 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 13 P. 47-59 Dimensione file: 161 KB
DOI: 10.3280/PSI2016-002004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’autrice analizza le difficoltà che si riscontrano di fronte alla scena primaria nell’analisi dei pazienti non nevrotici. Dal filo delle sue riflessioni emerge che la scena primaria non è una realtà psichica iscritta come un fattore pre-organizzato ma piuttosto una pre-concezione che deve incontrare determinate condizioni preliminari, legate allo psichismo dell’oggetto, per poter avere un valore strutturante.

  1. Bion W. R. (1962). Théorie de la pensée. Revue Française de Psychanalyse, 1.
  2. Bion W. R. (1962). Aux sources de l’expérience. Paris: PUF, 1979.
  3. Bion W. R (1983). Attaques contre les liens. Paris: PUF. 
  4. Freud S. (1895). Entwurf einer Psychologie (trad. it. Progetto di una psicologia. In: Opere, vol. 2. Torino: Boringhieri, 1968).
  5. Freud S. (1915). Introduzione alla Psicoanalisi. In: Opere vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri, 1976.
  6. Freud S. (1915). Pulsioni e loro destini. In: Opere, vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri, 1976.
  7. Freud S. (1916-1917). Trauer und Melancholie (trad. it. Lutto e melanconia. In: Opere, vol. 8. Torino: Boringhieri, 1976).
  8. Freud S. (1926). Hemmung, Symptom und Angst (trad. it. Inibizione, sintomo e angoscia. In: Opere, vol. 10. Torino: Boringhieri, 1978).
  9. Freud S. (1938). Die Ichspaltung im Abwehrvorgang (trad. it. La scissione dell’Io nel processo di difesa. In: Opere, vol. 11. Torino: Boringhieri, 1979).
  10. Freud S. (1938). Abriss der Psychoanalyse (trad. it. Compendio di psicoanalisi. In: Opere, vol. 11. Torino: Boringhieri, 1979).
  11. Green A. (1990). La folie privée. Psychanalyse des cas-limites. Paris: Gallimard (trad. it. Psicoanalisi degli stati limite. La follia private. Milano: Cortina, 1991). 
  12. Green A. (1999). Passivité-passivation: jouissance et détresse. Revue Française de Psychanalyse, 3: 1587-1600.
  13. Isaacs S. (1952). Nature et fonction du phantasme, dans développements de la Psychanalyse. Paris: PUF, 1966.
  14. Klein M. (1967). The Psychoanalysis of Children. London: The Hogarth Press (trad. it. La psicoanalisi dei bambini. Firenze: Martinelli, 1969).
  15. Lebovici S. (1980). L’expérience du psychanalyste chez l’enfant et chez l’adulte devant le modèle de la névrose infantile et de la névrose de transfert. Revue Française de Psychanalyse, 44, 5-6: 733-857.
  16. Segal H. (1985). Melanie Klein. Torino: Bollati Boringhieri.
  17. Winnicott D. W. (1971). Playing and reality. London: Tavistock Publications (trad. it. Gioco e realtà. Roma: Armando, 1974).
  18. Winnicott D. W. (1989). Psycho-analytic Explorations. Harvard: Harvard University press (trad. it. Esplorazioni psicoanalitiche. Milano: Cortina, 1995).

Marie France Dispaux, Una costruzione difficile: la scena primaria nelle strutture limite in "PSICOANALISI" 2/2016, pp 47-59, DOI: 10.3280/PSI2016-002004