La vendita dell’opera d’arte materiale e della performance artistica nel dialogo tra arte e diritto

Titolo Rivista: ECONOMIA E DIRITTO DEL TERZIARIO
Autori/Curatori: Andrea Montanari
Anno di pubblicazione: 2017 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 0 P. Dimensione file: 0 KB
DOI: 10.3280/edt1-2017oa5147
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il presente lavoro indaga il rapporto tra l’arte e il diritto civile dalla prospettiva del trasferimento di proprietà dell’opera d’arte. Quest’analisi viene condotta dall’Autore con particolare riferimento alle opere della c.d. arte contemporanea: ossia quelle forme artistiche che si diffondono durante il secolo scorso e quello attuale.Tali opere consistono, a differenza di quelle in cui prende corpo la c.d. arte classica, non solo in manufatti, come ad es. la scultura o il disegno, ma anche in opere c.d. immateriali, come ad es. la performance artistica. Questa differenza pone diverse questioni sul fronte normativo. L’Autore si sofferma sulla diversa rilevanza giuridica che assume il trasferimento di proprietà delle opere materiali e il trasferimentodi proprietà della performance artistica. Quest’analisi viene effettuata sia sul piano della fattispecie sia su quello della tutela e prende corpo, nel primo caso, nell’indagine dell’incidenza delle caratteristiche dell’opera d’arte sulle regole del contratto di vendita, e, nel secondo caso, nella lettura della performance artistica dalla prospettiva del contratto d’opera intellettuale e della cessione del credito.

Andrea Montanari, La vendita dell’opera d’arte materiale e della performance artistica nel dialogo tra arte e diritto in "ECONOMIA E DIRITTO DEL TERZIARIO" 1/2017, pp , DOI: 10.3280/edt1-2017oa5147