"Competenze sociali" e relazioni prossimali nei percorsi emergenti di impoverimento

Titolo Rivista: SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI
Autori/Curatori: Rita Salvatore, Mara Maretti
Anno di pubblicazione: 2017 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 21 P. 117-137 Dimensione file: 260 KB
DOI: 10.3280/SP2017-003007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Nell’ultimo decennio la povertà ha coinvolto nuovi soggetti sociali e generato ulteriori sacche di impoverimento. L’obiettivo del saggio rappresenta un tentativo di comprendere da un punto di vista qualitativo i percorsi di impoverimento contingenti alle traiettorie biografiche degli attori sociali coinvolti. I principali risultati presentati riguardano uno studio etnografico condotto nelle Caritas di Abruzzo e Molise. L’analisi di racconti di vita conferma l’importanza delle reti relazionali di prossimità come strumento di prevenzione della cronicizzazione, ma mostra anche l’importanza della capacità da parte del soggetto di porsi al centro del suo universo e di gestirlo in base alle proprie competenze sociali e relazionali. La povertà appare come un fenomeno da gestire con un approccio multidimensionale che favorisca l’integrazione tra le competenze individuali e quelle di comunità.

  1. Allegri, E. 2015. Il servizio sociale di comunità. Roma: Carocci.
  2. Berger, P.L. e Luckmann, T. 1966 The Social Construction of Reality. New York: Doubleday and Co.; tr.it.: 1969.
  3. Bertaux, D. 1998. Les Récites de vie. Paris: Editions Nathan; tr. it.: 1999.
  4. Bichi, R. 2002. L’intervista biografica. Una proposta metodologica. Milano: Vita & Pensiero.
  5. Bichi, R. 2007. L’intervista e la persona: quale statuto di parola? In Gruppo SPE a cura di 2007. La sociologia per la persona. Approfondimenti tematici e prospettive, pp. 130-143. Milano: FrancoAngeli.
  6. Caldarini, C. 2008. La comunità competente. Roma: Ediesse.
  7. Creswell, J.W. 2003. Research Design. Qualitative, Quantitative and Mixed Methods Approaches. 2nd ed. Thousand Oaks: Sage.
  8. Denzin, N.K. 1989. Interpretive Biography. London: Sage.
  9. Esping-Andersen, G. e Venzo, C. 1995. Il welfare state senza il lavoro. L’ascesa del familismo nelle politiche sociali dell'Europa continentale. Stato e mercato, pp. 347-380.
  10. European Commission. 2014. Employment and Social Developments in Europe 2013. Luxembourg: Office of the Official Publications of the European Communities.
  11. Ferrera, M. 1996. The “Southern Model” of Welfare in Social Europe, Journal of European social policy, 6(1), pp. 17-37.
  12. Ferrera, M. 2012. Le politiche sociali. Bologna: il Mulino.
  13. Hick, R. 2012. The Capability Approach: Insights for a New Poverty Focus. Journal of social policy, 41(02), pp. 291-308.
  14. Jedlowski, P. 2005. Un giorno dopo l’altro. La vita quotidiana tra esperienza e routine. Bologna: il Mulino.
  15. Mantle, G. e Backwith, D. 2010. Poverty and Social Work. British Journal of Social Work, (40), pp. 2380–2397
  16. Minardi, E. e Bortoletto N. (a cura di) 2015. Ricercazione, innovazione sociale, sviluppo locale. Milano: FrancoAngeli.
  17. Minardi, E. e Bortoletto, N. 2014. Vecchie e nuove povertà nell’attuale prospettiva dei servizi sociali: la realtà dei servizi Caritas dell’Abruzzo e del Molise. Rassegna di Servizio Sociale - Rivista Trimestrale EISS, pp. 26-50.
  18. Minardi, E. e Cifiello, S. (a cura di) 2005. Ricercazione. Teoria e metodo del lavoro sociologico. Milano: FrancoAngeli.
  19. Naldini, M. 2002. Le politiche sociali e la famiglia nei Paesi mediterranei. Prospettive di analisi comparata. Stato e mercato, 22(1), pp. 73-100 DOI: 10.1425/117
  20. Naldini, M. 2003. The Family in the Mediterranean Welfare States. London: Frank Cass.
  21. Naldini, M. e Saraceno, C. 2007. Sociologia della famiglia. Bologna: il Mulino.
  22. Negri, N. e Saraceno, C. 2003. Povertà e vulnerabilità sociale in aree sviluppate. Roma: Carocci.
  23. Nussbaum, M. 2000. Women’s Capabilities and Social Justice. Journal of Human Development, 1(2), pp. 219-247 DOI: 10.1080/1464988002000874
  24. Nussbaum, M. 2003. Capabilities as Fundamental Entitlements: Sen and Social Justice. Feminist Economics, 9(2-3), pp. 33-59. DOI: 10.1080/135457002200007792
  25. Paugam, S. 2005. Les forms élémentaires de la pauvreté, Parigi: Presses Universitaires de France; tr. it.: 2013.
  26. Pierson, J. 2008. Going Local: Working in Communities and Neighborhoods. London: Routledge
  27. Robeyns, I. 2005. The Capability Approach: A Theoretical Survey. Journal of human development, 6(1), pp. 93-117 DOI: 10.1080/14649880520003426
  28. Rovati, G. a cura di 2006. Le dimensioni della povertà. Strumenti di misura e politiche. Roma: Carocci.
  29. Sen, A. 1999. Development as Freedom. Oxford: University Press.
  30. Sen, A. 2009. The Idea of Justice. London: Allen Lane.
  31. Warburton Brown, C. 2011. Exploring BME Maternal Poverty: The Financial Lives of Ethnic Minority Mothers in Tyne and Wear. Oxford: Oxfam GB.
  32. WBG (Women’s Budget Group) 2006. Women’s and Children’s Poverty: Making the links. London: WBG.

  • La certificazione delle competenze come strumento di welfare attivo e inclusivo Mara Maretti, Roberta Di Risio, in SOCIOLOGIA DEL LAVORO 156/2020 pp.214
    DOI: 10.3280/SL2020-156010

Rita Salvatore, Mara Maretti, "Competenze sociali" e relazioni prossimali nei percorsi emergenti di impoverimento in "SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI" 3/2017, pp 117-137, DOI: 10.3280/SP2017-003007