Il cattolicesimo politico e la Chiesa dopo il Concilio Vaticano II

Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO
Autori/Curatori: Marialuisa Lucia Sergio
Anno di pubblicazione: 2018 Fascicolo: 2-3 Lingua: English
Numero pagine: 13 P. 155-167 Dimensione file: 241 KB
DOI: 10.3280/MON2018-002013
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

La crisi dell’unità politica dei cattolici e il declino della Democrazia cristiana sono solo alcuni degli effetti che il Concilio Vaticano II ha avuto sulla trasformazione del sistema politico italiano. Una vasta storiografia, soprattutto a partire dagli anni No-vanta, analizza le conseguenze di lungo periodo dell’aggiornamento conciliare, che ha ridefinito i confini e i contenuti della geografia politica cattolica. Essa riflette sulle continuità/discontinuità fra le istanze sociali ed evangelizzatrici del pontificato di Montini e le rivendicazioni identitarie del progetto wojtyliano in risposta alla disarti-colazione delle forme della presenza religiosa in una postmodernità priva di legami di senso. La riorganizzazione della Cei, la fine del collateralismo, i nuovi movimenti ec-clesiali, il dissenso, le spinte centrifughe a sinistra e le pulsioni dogmatiche e neo-intransigenti a destra della DC sono alcuni dei temi al centro del dibattito storiografi-co, che s’interroga su un cattolicesimo politico che dopo il Vaticano II, privato della sua centralità nella vita repubblicana e dismessa la forma-partito novecentesca, si trova ancora di fronte alle grandi sfide, spesso irrisolte, della questione cattolica nella contemporaneità, quali il rapporto fra Chiesa e nazione e fra religione e democrazia.

Marialuisa Lucia Sergio, Il cattolicesimo politico e la Chiesa dopo il Concilio Vaticano II in "MONDO CONTEMPORANEO" 2-3/2018, pp 155-167, DOI: 10.3280/MON2018-002013