Città in guerra. Trasformazioni funzionali e problematiche amministrative nelle retrovie veneto-friulane (1915-1918)

Titolo Rivista: STORIA URBANA
Autori/Curatori: Matteo Ermacora
Anno di pubblicazione: 2019 Fascicolo: 162 Lingua: Italiano
Numero pagine: 24 P. 39-62 Dimensione file: 88 KB
DOI: 10.3280/SU2019-162003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo illustra il ruolo assunto da città e villaggi rurali ed alpini delle regioni nord-orientali italiane all’interno della zona di guerra» durante il primo conflitto mondiale. Le amministrazioni municipali dovettero sostenere la mobilitazione logistica dell’esercito, difendere le cittadine dagli attacchi aerei, garantire nutrimento alle popolazioni e soccorrere i profughi. Le realtà urbane dovettero assumere nuove funzioni legate allo stato di guerra: città-fortezze, città-ospedale, città-centro logistico; gli spazi urbani vennero modificati dalla guerra e assunsero una nuova funzionalità.

Matteo Ermacora, Città in guerra. Trasformazioni funzionali e problematiche amministrative nelle retrovie veneto-friulane (1915-1918) in "STORIA URBANA " 162/2019, pp 39-62, DOI: 10.3280/SU2019-162003