Clicca qui per scaricare

Relazionalità e politicità nella filosofia di Monia Andreani
Titolo Rivista: PRISMA Economia - Società - Lavoro 
Autori/Curatori: Libero Federici 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 44-52 Dimensione file:  229 KB
DOI:  10.3280/PRI2019-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Questo saggio si concentra sulla condizione relazionale dell’essere umano e sulle sue implicazioni etiche e politiche all’interno del discorso filosofico di Monia Andreani. Gli esseri umani sono legati l’uno all’altro, sono costituzionalmente aperti l’uno all’altro e questa condizione può portare a varie forme di abuso o ad atteggiamenti di cura, dedizione e rispetto. Andreani mette in guardia contro gli elementi che possono trasformare le relazioni umane in sottomissione e sottolinea l’indispensabilità dell’atteggiamento di cura e solidarietà. La pluralità umana è una pluralità di esseri unici, di singolarità diverse l’una dall’altra. L’intersoggettività può mantenere la sua ricchezza di pluralità solo attraverso pratiche di cura e di responsabilità reciproca.


Keywords: Intersoggetività, Responsabilità, Rispetto

  1. Agamben G., (2008) Che cos’è il contemporaneo, Nottempo, Roma
  2. Andreani M., (2009) Anatomia politica dell’orrore. La questione della vulnerabilità e la figura dell’inerme in Judith Butler e Adriana Cavarero, in Bernini L., Guaraldo O. (a cura di), Differenza e Relazione. L’ontologia dell’umano nel pensiero di Judith Butler e Adriana Cavarero, Ombre corte, Verona, pp. 39-65
  3. Andreani M., (2011a) Problematiche teorico-politiche della democrazia deliberativa, in Marini R., Altri flussi. La comunicazione politica degli attori non partitici, Guerini e Associati, Milano, pp. 49-83
  4. Andreani M., (2011b) Twilight. Filosofia della vulnerabilità, Ev Edizioni, Macerata
  5. Andreani M., (2012) Anatomia politica della guerra globale: le figure del sopravvissuto e dell’inerme, in Pirni A. (a cura di), Verità del Potere e Potere della Verità, ETS, Pisa, pp. 153-163
  6. Andreani M., (2013) La vulnerabilità della condizione umana: tra inermità e sopravvivenza, Profiling – I profili dell’abuso, 1, marzo, pp. 1-6
  7. Andreani M., (2016) Biologico, Collettivo, Solidale. Dalla filiera agricola alle azioni mutualistiche. Il modello partecipativo della cooperativa Iris, Altraeconomia, Milano
  8. Arendt H., (1996) Sulla violenza, Guanda, Parma
  9. Arendt H., (2006) Che cos’è la politica, Einaudi, Torino
  10. Arendt H., (2009) La vita della mente, il Mulino, Bologna
  11. Arendt H., (2015) Vita activa. La condizione umana, Bompiani, Milano
  12. Aristotele, (1993) Politica, Laterza, Roma-Bari
  13. Butler J., (2006) Critica della violenza etica, Feltrinelli, Milano
  14. Cavarero A., (1997) Tu che mi guardi, tu che mi racconti, Feltrinelli, Milano
  15. Levinas E., (1986) Totalità e Infinito. Saggio sull’esteriorità, Jaca Book, Milano
  16. Ricoeur P., (1993) Sé come un altro, Jaca Book, Milano
  17. Ricoeur P., (2005) Il giusto, vol. I, Effatà, Torino
  18. Ricoeur P., (2007) Il giusto, vol. II, Effatà, Torino
  19. Weil S., (1982) Quaderni, vol. I, Adelphi, Milano
  20. Zambrano M., (2013) Dire luce, Rizzoli, Milano

Libero Federici, in "PRISMA Economia - Società - Lavoro" 1/2019, pp. 44-52, DOI:10.3280/PRI2019-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche