Piccoli centri. Campi di riforma del progetto urbanistico

Titolo Rivista: TERRITORIO
Autori/Curatori: Alessandro Alì
Anno di pubblicazione: 2020 Fascicolo: 93 Lingua: Italiano
Numero pagine: 11 P. 44-54 Dimensione file: 5011 KB
DOI: 10.3280/TR2020-093007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Dieci anni separano il nuovo Piano urbanistico di Romano di Lombardia approvato definitivamente nell’aprile 2019 da quello precedente costruito alle soglie della crisi del primo decennio del millennio. Un periodo tradizionalmente breve per l’urbanistica, ma sufficiente per tracciare un profondo mutamento nelle domande e nei fabbisogni che attraversano i territori dei piccoli centri. La crisi di previsioni di crescita urbana e di scelte di sviluppo di impresa apparentemente illimitate, il rapporto tra pubblica amministrazione e soggetto privato nella costruzione del welfare urbano, le difficoltà a compiersi delle grandi trasformazioni pianificate in contrapposizione alla fluidità di quelle piccole e diffuse, sono alcuni aspetti del fare urbanistica messi in questione dal nuovo piano di Romano di Lombardia.

Alessandro Alì, Piccoli centri. Campi di riforma del progetto urbanistico in "TERRITORIO" 93/2020, pp 44-54, DOI: 10.3280/TR2020-093007