Nuove gerarchie urbane per Modena capitale. Il ruolo dell’aristocrazia nelle trasformazioni in città (1598 - prima metà XVII sec.)

Titolo Rivista: STORIA URBANA
Autori/Curatori: Laura Balboni, Paolo Corradini
Anno di pubblicazione: 2020 Fascicolo: 166 Lingua: Italiano
Numero pagine: 12 P. 37-48 Dimensione file: 329 KB
DOI: 10.3280/SU2020-166002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Con l’elezione di Modena a capitale del ducato Estense, un vigoroso fermento edilizio prende vita per adeguare la piccola cittadina al ruolo acquisito. Se noti sono gli interventi sulle fabbriche Estensi, il contributo indaga le conseguenze dell’arrivo dei duchi analizzando la riconfigurazione alla scala urbana di Modena attraverso una lettura sistematica degli interventi edilizi che le famiglie aristocratiche intraprendono a inizio Seicento, per assicurarsi il favore estense e accreditare le proprie ambizioni nella corte rinnovata. Le fabbriche ristrutturate e più spesso ampliate restituiscono interessanti indicazioni su alcuni aspetti architettonici che vanno connotando la capitale; ma soprattutto, rivelano l'introduzione di nuove gerarchie negli spazi urbani, dove la definizione della nuova residenza ducale sembra condizionare i cambiamenti. L’indagine sistematica sulle residenze è condotta sulle fonti edite, attraverso lo spoglio circostanziato dei documenti d'archivio e sulle cronache cittadine che restituiscono la percezione delle trasformazioni più significative. I dati sono correlati tra loro, e interpretati anche in relazione alla loro ubicazione in città. Se le informazioni spesso frammentarie non permettono una interpretazione adeguata dei singoli episodi edilizi, la lettura integrata e comparata offre molteplici suggestioni per cogliere gli esiti di un fenomeno complessivo che contribuisce al riassetto della città

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Laura Balboni, Paolo Corradini, Nuove gerarchie urbane per Modena capitale. Il ruolo dell’aristocrazia nelle trasformazioni in città (1598 - prima metà XVII sec.) in "STORIA URBANA " 166/2020, pp 37-48, DOI: 10.3280/SU2020-166002