Cinema a Milano: luoghi urbani in trasformazione

Titolo Rivista: TERRITORIO
Autori/Curatori: Giovanna D’Amia, Luca Tamini
Anno di pubblicazione: 2020 Fascicolo: 95 Lingua: Italiano
Numero pagine: 2 P. 63-64 Dimensione file: 619 KB
DOI: 10.3280/TR2020-095007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il servizio raccoglie temi e questioni aperte sulle salecinematografiche a Milano con l’obiettivo di rilanciareun dialogo interdisciplinare, approfondire la loro storiae discuterne il ruolo nella connotazione dello spaziourbano.Oggi che la fruizione cinematografica avviene conmodalità assai diverse da quelle che hanno visto nascerecinematografi in tutti i quartieri cittadini, è infattinecessario riformulare le pratiche d’uso degli spazidella visione collettiva e ripensare le potenzialità dellesale storiche ancora esistenti. Soprattutto dopo che lapandemia da Coronavirus ne ha potenziato le criticità,ma ne ha anche ribadito il valore di luoghi urbanirappresentativi.

Giovanna D’Amia, Luca Tamini, Cinema a Milano: luoghi urbani in trasformazione in "TERRITORIO" 95/2020, pp 63-64, DOI: 10.3280/TR2020-095007