Alessandro Rimini e gli altri: le sale milanesi e la questione dell’autorialità

Titolo Rivista: TERRITORIO
Autori/Curatori: Giovanna D’Amia
Anno di pubblicazione: 2020 Fascicolo: 95 Lingua: Italiano
Numero pagine: 12 P. 87-98 Dimensione file: 1656 KB
DOI: 10.3280/TR2020-095010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il contributo analizza le vicende edilizie di alcunesale cinematografiche milanesi - e in particolare diquelle realizzate o comunque attribuite all’architettoAlessandro Rimini - in un arco cronologico che si estendedall’inizio del secolo agli anni ’50 del Novecento.L’obiettivo è quello di puntare l’attenzione sullaquestione dell’autorialità che, anche nel caso diun professionista accreditato da una bibliografiaconsolidata, risulta talvolta di incerta definizione. Ilprogetto di una sala cinematografica è infatti il prodottodi competenze disciplinari diverse che costringono adallargare la rosa degli attori in gioco, invitandoci ariconsiderare alcune chiavi interpretative nell’analisidell’architettura del xx secolo.

  1. Aa.Vv., 2002, Il primo grattacielo di Milano. La casa torre di piazza San Babila di Alessandro Rimini. Cinisello Balsamo: Silvana Editoriale.
  2. Cajani F., 1991, a cura di, Ottavio Cabiati e il suo tempo. Besana Brianza: Edizioni gr Canella G., 1966, Il sistema teatrale a Milano. Bari: Dedalo. Cavallé M., 1951-1958, Tecnica delle costruzioni di cinema e teatri: progetti e costruzioni dell’autore coi particolari delle strutture in cemento armato e gli schemi degli impianti principali, 3 voll. Milano: Gorlich.
  3. Castellano A., Selvafolta O., 1999, Un progetto di Giancarlo Marzorati. L’Auditorium Giuseppe Verdi. Milano: L’Arca.
  4. D’Amia G., 2011, Alessandro Rimini. Opere e silenzi di un architetto milanese. Santarcangelo di Romagna (rn): Maggioli.
  5. D’Amia G., 2019, «Storia e architettura del Cinema-teatro Massimo». In: Guadagnolo P. (a cura di), L’Auditorium di Milano. Architettura Musica 1938-2018. Cinisello Balsamo: Silvana Editoriale, 39-52.
  6. De Berti R., 1996, a cura di, Un secolo di Cinema a Milano. Milano: Il Castoro.
  7. Feraboli M.T., 2003, «Alessandro Rimini». In: Ciagà G.L. (a cura di), Gli archivi di architettura in Lombardia. Censimento delle fonti. Milano: Casva, 143.
  8. Garni A., Mosconi E., 1996, I cinematografi milanesi. In: De Berti R. (a cura di), 1996, Un secolo di Cinema a Milano. Milano: Il Castoro, 163-190.
  9. Guadagnolo P., 2019, a cura di, L’Auditorium di Milano. Architettura Musica 1938-2018. Cinisello Balsamo: Silvana Editoriale.
  10. Lagonigro F.C., 2000-2001, Architetture per il cinema: alcune realizzazioni dell’architetto Alessandro Rimini negli anni tra le due guerre. Tesi di laurea, Università degli Studi di Milano, Facoltà di Lettere e Filosofia (relatore A. Negri).
  11. Lorenzi A., 1970, I cinematografi di Milano. Milano: Mursia.
  12. Massirone A., 2007, Cinematografo Centrale. Storia di un piccolo Cinema di Milano con 100 anni di vita 1907-2007. Milano: Comune di Milano-Consiglio di Zona 1.
  13. Ricco P., 2006, «Il caso Mario Cavallé. Un protagonista nella costruzione dei cinematografi». Opus Incertum, 2: 55-63.
  14. Rimini Lagonigro L., 2011, «Alessandro Rimini nei ricordi della figlia».
  15. In: D’Amia G. (a cura di), Alessandro Rimini. Opere e silenzi di un architetto milanese. Santarcangelo di Romagna (rn): Maggioli, 121-128.
  16. R[occo] G., 1939, «Il Cinematografo ‘Massimo’ a Milano». Rassegna di Architettura, 5: 214-219.
  17. s.a., 1940, «Il Cinema Smeraldo di Milano». Rassegna di Architettura, 12: 329-335.
  18. s.a., 1950, , «Una pasticceria d’oggi». Lastre di vetro e cristallo, 13: 7-11.
  19. s.a., 1957, «Metro Astra». Rivista tecnica di cinematografia, 1: 16-18. Selvafolta O., 1996, «Alessandro Rimini architetto a Milano». Ca’ de Sass, 134-135: 50-59.
  20. Selvafolta O., 2006, «Tra memoria e oblio. Alessandro Rimini architetto di cinematografi nella Milano tra le due guerre». Opus Incertum, 2: 45-53.
  21. Sola P., 1985-1986, Alessandro Rimini architetto. Tesi di laurea, Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura (relatore C. Perogalli).
  22. Zenoni P., 1994, a cura di, Dizionario cinematografico di Milano. Milano: agis Lombarda.
  23. Zingale S., 1999, a cura di, Auditorium di Milano: una casa per la musica. Bergamo: Moretti & Vitale.

Giovanna D’Amia, Alessandro Rimini e gli altri: le sale milanesi e la questione dell’autorialità in "TERRITORIO" 95/2020, pp 87-98, DOI: 10.3280/TR2020-095010