Clicca qui per scaricare

Costruzioni di esperienze ludiche in Campi Psicotici
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Guelfo Margherita, Alexandre Patouillard, Federico Pone, Salvatore Rotondi, Loredana Vecchi 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 13-30 Dimensione file:  284 KB
DOI:  10.3280/PSP2021-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Cosa succede se, in un Workshop esperienziale dentro un Seminario teorico, osiamo far convivere l’aspetto Simmetrico (Matte-Blanco, 1975) fusivo dell’essere insieme in quanto gruppo umano con l’aspetto Asimmetrico discernente del lavoro scientifico professionale? Se, attraverso un Setting basato sull’agito del gioco (Klein, 1932) e abbracciato in rêverie Bioniana, accettiamo di osservarci oscillare tra Unico e Molteplice, tra Intuizione e Interpretazione, tra il caos confusionale del protomentale continuo e lo strutturarsi di mito, identità, pensiero e senso discreti? Il risultato potrebbe essere un Workshop che scioglie le regole e logiche usuali in un gioco analitico creativo, capace di accettare il caos proprio in quanto materia ludica per eccellenza, un Workshop che non c’è dove poter oscillare tra Peter Pan e Capitan Uncino, sognatori e pensatori, gruppo e individui. L’articolo si propone di condividere l’esperienza di un Workshop così strutturato, realizzato ed esperito, anche con l’ausilio di materiale clinico, all’interno del Seminario Internazionale sul pensiero di Bion tenuto a Barcellona (2020). Gli autori intendono trasportare i lettori, con uno stile che mescola analogicamente diversi linguaggi, Campi e ambiti disciplinari, nel "manicomio" del gruppo Workshop colto nel suo tentativo di farsi gruppo capace di accettare, gestire e comprendere la sua confusione multilivello ("Io" nel "Noi", "Workshop" dentro "Seminario", Gruppo in oscillazione tra Adb e gruppo di lavoro) e sviluppare un’identità e ruolo propri all’interno del Seminario, dialogando magari con esso nell’apprendere a distinguerne la voce emergente dagli accadimenti e associazioni che attraversano sincronicamente tanto il gruppo Workshop che il Seminario stesso nel suo complesso. Con questo articolo gli autori si augurano di mostrare l’importanza fondamentale del riflettere sulla natura stessa di Workshop e Seminari in quanto Setting e sul come strutturarli per farne una parte coerente e propositiva tanto del lavoro di ricerca che dell’esperienza analitica in generale.


Keywords: Workshop, seminario, simmetria, asimmetria, gioco, pensiero, caos, cosmos.

  1. Margherita G. (2012). L’insieme Multistrato. Gruppi, Masse, Istituzioni tra Caos e Psicoanalisi. Roma: Armando.
  2. Matte Blanco I. (1975). The unconscious as infinite sets. London: Duckworth & Company.
  3. Bion W.R. (1961). Experiences in Groups. London: Tavistok.
  4. Bion W.R. (1977). Seven Servants. New York: Jason Aronson (includes Elements of Psychoanalysis, Learning from Experience, Transformations, Attention and Interpretation).
  5. Hendricks R. (1992). «Lao Tse: Tao te ching». New York: Ballantine Books.
  6. Hölldobler B., Wilson. E.O. (2008). The Superorganism: The Beauty, Elegance, And Strangeness Of Insect Societies. NY: W.W. Norton.
  7. Klein M. (1932). The Psychoanalysis of Children. London: Vintage, 1997.
  8. Leopardi G. (1818-1819). L’infinito. Recanati.
  9. Shannon C.E. & Weaver W. (1949). A Mathematical Theory of Communication. Urbana, IL: University of Illinois Press.

Guelfo Margherita, Alexandre Patouillard, Federico Pone, Salvatore Rotondi, Loredana Vecchi, in "PSICOTERAPIA PSICOANALITICA" 1/2021, pp. 13-30, DOI:10.3280/PSP2021-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche