Clicca qui per scaricare

Dalle parole-esperienza al "rumore delle cose che iniziano"
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Maria Ida Contarino 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 145-156 Dimensione file:  187 KB
DOI:  10.3280/PSP2021-001010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Alcuni pazienti per poter procedere nella loro analisi devono esperire la creazione di uno spazio potenziale, come definito da Winnicott, per riprendere il gioco della loro vita. In alcuni casi è necessario giungere alle aree primitive del paziente dove non è possibile usare le parole perché ancora non nate. In questi pazienti il loro percorso di vita è stato interrotto dall’assenza di questo spazio, necessario anche per la comunicazione e lo scambio con l’altro. In analisi di questo tipo l’unica comunicazione possibile è quella da esperienza a esperienza tra analista e paziente, dove grazie alla relazione è possibile trasformare le esperienze in parole prima e pensieri poi. Dopo la realizzazione di quest’area di gioco il paziente potrà proseguire per realizzare il suo pieno potenziale, il suo senso di vivere. L’autrice descriverà l’uso di parola-esperienza nate nella relazione analitica, parole che hanno senso dentro il setting e nella relazione con la paziente e al di fuori dei quali possono sembrare pura follia.


Keywords: parole, esperienza, spazio potenziale, creatività, relazione, gioco.

  1. Carofiglio G. (2010). La manomissione delle parole. Milano: Rizzoli.
  2. Civitarese G. (2014). I sensi e l’inconscio. Roma: Borla.
  3. Lacan J. (1966). Funzione e campo della parola e del linguaggio in psicoanalisi.
  4. In Contri G.B. (1974) (a cura di). Scritti vol. 1. Torino: Einaudi, 230-316.
  5. Nicolò A.M. (2020). Prospettive attuali sul cambiamento in psicoanalisi: il paradosso del giocare e l’enactment. In Masina L., Rossi N. (a cura di). Lavorare Psicoanaliticamente oggi. Rimini: Guaraldi, 193-212 Quinodoz D. (2002). Le parole che toccano. Roma: Borla, 2009.
  6. Racalbuto A. (1997). Pensare. L’originario della sensorialità e dell’affetto nella costruzione del pensiero. -- Testo disponibile al seguente link: www.sicap.it/~merciai/bion/papers/racal.htm.
  7. Stern D.N. (2004). Il momento presente. Milano: Raffaello Cortina, 2005.
  8. Winnicott D.W. (1958). Dalla Pediatria alla Psicoanalisi. Firenze: Martinelli, 1991.
  9. Winnicott D.W. (1971). Gioco e realtà. Roma: Armando, 2003.
  10. Winnicott D.W. (1987). I bambini e le loro madri. Milano: Raffaello Cortina, 1987.

Maria Ida Contarino, in "PSICOTERAPIA PSICOANALITICA" 1/2021, pp. 145-156, DOI:10.3280/PSP2021-001010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche