Dal silenzio alla mobilitazione: la diaspora caucasica nella Turchia repubblicana

Titolo Rivista: PASSATO E PRESENTE
Autori/Curatori: Fabio L. Grassi
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 114 Lingua: Italiano
Numero pagine: 16 P. 41-56 Dimensione file: 174 KB
DOI: 10.3280/PASS2021-114003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Nearly seven million Turkish citizens are fully or partly descendants of refugees coming from Northern and South-Western Caucasus and more than two million of them keep and vigorously affirm a strong commitment to their roots. The public expression of their identity was totally forbidden from 1923 to 1946, but has been more or less tolerated since then. After a discussion of some meaningful events of the republican age, a survey of the current situation of this community is provided. Traditionally present in the Ottoman and later republican state apparatus much more than the Kurds, perceived as a privileged rather than a victimized minority, the Caucasian diaspora looks increasingly less inclined to blend in.

Fabio L. Grassi, Dal silenzio alla mobilitazione: la diaspora caucasica nella Turchia repubblicana in "PASSATO E PRESENTE" 114/2021, pp 41-56, DOI: 10.3280/PASS2021-114003