Una critica alla definizione in positivo della salute

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Sergio Salvatore
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 3 Lingua: English
Numero pagine: 5 P. 35-39 Dimensione file: 180 KB
DOI: 10.3280/PDS2021-003007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il contributo discute criticamente la capacità dell’interpretazione in positivo del concetto di salute, di porsi a fondamento scientifico della psicologia della salute. La critica si poggia su tre argomenti: il carattere ideale e asintotico della definizione in positivo, la sua dipendenza dalle contingenze storico-culturali, la mancanza di riferimento ad una classe specifica di fenomeni. Due alternative sono richiamate: il recupero della concezione in negativo - la salute come as-senza di malattia - e la concezione metodologica: la salute come dinamica istituzionale che sostanzia l’agire sanitario.

Sergio Salvatore, Una critica alla definizione in positivo della salute in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 3/2021, pp 35-39, DOI: 10.3280/PDS2021-003007