Clicca qui per scaricare

Memory and Representation of Edo through Parody. Edo sunago and Muda sunago
Titolo Rivista: STORIA URBANA  
Autori/Curatori: Paola Maschio 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 169  Lingua: Inglese 
Numero pagine:  12 P. 93-104 Dimensione file:  160 KB
DOI:  10.3280/SU2021-169004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


This paper urges consideration of eighteenth-century popular literature known as gesaku in the analysis of Edo’s urban culture, through a preliminary study of Muda sunago (1786). Muda sunago is a comic book (sharebon) written as a parody of Edo topographies (chishi), mocking in its title the famous Edo sunago (1732). The paper starts by introducing the two works and the genres to which they pertain, then focuses on the structure of Muda sunago and the process through which the comical "famous places" are created. The work is interpreted as a "map" representing Edo through its entertainments, which had an important role in the formation of an urban culture, since they offered an opportunity for drawing together the diverse groups of citizens. The parody of the topography format allows a description of each location, expanding the humor already displayed in the name’s location. While descriptions in topographies always included historical anecdotes, or memories, as an important part of the place, in Muda sunago jokes are disguised as historical anecdotes. An example is shown in the analysis of the "Bay of the Skipjack Tuna", which satirizes the irrational mania of Edo citizens of paying high prices to eat the season’s first skipjack tuna (hatsugatsuo). If in topographies, the memory of Edo was used to evoke and create a shared past, in parodies it fulfils a similar role enforcing in the reader the sensation of sharing a common ground with the author, which is necessary for the humor to be recognized as such.

Questo contributo si concentra sull’analisi della letteratura popolare settecentesca nota come gesaku nel contesto della cultura urbana di Edo, attraverso uno studio pre-­ liminare di Muda sunago (1786). Muda sunago è un libro umoristico (sharebon) scritto come parodia delle topografie di Edo (chishi), il cui titolo ironizza su quello del famoso Edo sunago (1732). Il saggio inizia introducendo le due opere e i generi a cui appartengono, soffermandosi poi sulla struttura del Muda sunago e sul processo attraverso il quale vennero creati "famosi luoghi" comici. L’opera è interpretata come una "mappa" che rappresenta Edo attraverso i suoi intrattenimenti, i quali ebbero un ruolo importante nella formazione di una cultura urbana, in quanto offrivano un’occa-­ sione per riunire diversi gruppi di cittadini. La struttura della parodia consente una descrizione di ogni luogo, mettendo in risalto l’umorismo già espresso nella scelta del nome della località (non Edo, ma muda, che significa ‘inutile’ e, anche, ‘gioco di pa-­ role’). Mentre le descrizioni nelle topografie includevano sempre aneddoti storici, o ricordi, come una parte importante del luogo, in Muda sunago le battute sono ma-­ scherate da aneddoti storici. Un esempio è mostrato nell’analisi della "Baia del tonno striato", che ridicolizza la mania irrazionale dei cittadini di Edo di pagare prezzi alti per mangiare il primo tonnetto striato della stagione (hatsugatsuo). Se la memoria di Edo viene utilizzata nelle topografie per evocare e creare un passato condiviso, nelle parodie svolge un ruolo simile rafforzando nel lettore la sensazione di condividere un contesto comune con l’autore, necessaria affinché l’umorismo venga riconosciuto come tale.
Keywords: Gesaku Cultura Urbana Libri Umoristici Topografie Edo Parodia

Paola Maschio, in "STORIA URBANA " 169/2021, pp. 93-104, DOI:10.3280/SU2021-169004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche