Sociologia del lavoro

Direzione: Michele La Rosa

Consiglio scientifico: Bruno Frère, Duncan Gallie, Giorgio Gosetti, Dominique Meda, Enrica Morlicchio

La collana, che si affianca all’omonima rivista monografica, intende rappresentare uno strumento di diffusione e sistematizzazione organica della produzione, sia teorico-interpretativa, sia empirica, di natura peculiarmente sociologica ed inerente la vasta e complessa problematica lavorista delle società postindustriali.
Dall’innovazione tecnologica alle nuove modalità di organizzazione del lavoro, dalle trasformazioni del mercato del lavoro alle diverse forme di lavoro non standard, dalle dinamiche occupazionali alle culture del lavoro, dalla questione giovanile al lavoro informale fino ai temi della qualità: questi gli “scenari” di riferimento entro cui la collana si sviluppa, tentando altresì un approccio capace di rappresentare un utile terreno di confronto per studiosi, operatori ed esperti impegnati nelle differenti istituzioni.
La collana garantisce rigore scientifico e metodologico indipendentemente da contenuti specifici espressi dagli autori, in coerenza con la legittimità della pluralità di possibili approcci sia di merito sia disciplinari.
Tutti i testi sono preventivamente sottoposti ad almeno due referee anonimi.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

La ricerca ha estratto dal catalogo 243 titoli

To be successful, people need to be able to master skills quickly in a new field. In brief: to learn how to learn. The learning process is much more important than the content learned. In the proximate future, managerial work will be characterized by human and intellectual resources development: organizational knowledge creation, competences and abilities management and development in order to spread them inside/outside organizations and transform them into products, services and operative systems.

cod. 1529.2.107

Federico Chicchi, Gigi Roggero

Lavoro e produzione del valore nell'economia della conoscenza.

Criticità e ambivalenze della network culture

I temi del cognitivo, del simbolico, dell’immateriale, del servizio, dell’informazione, della conoscenza si sono spesso contesi il primato di interpreti concettuali più efficaci dell’emergente capitalismo post-fordista. Il volume porta dentro il più generale dibattito socio-lavorista contemporaneo alcune delle proposte teoriche più significative a riguardo, e pone l’attenzione al paradigma della rete, che nella letteratura sul postfordismo è divenuto oramai un tema ricorrente e centrale.

cod. 1529.115

Lorenzo Morri

Storia e teorie della responsabilità sociale d'impresa.

Un profilo interpretativo

Una breve storia del fenomeno ideologico della responsabilità sociale d’impresa (RSI), uno sguardo al “volto buono” del capitalismo novecentesco e contemporaneo, a quel processo di formazione di idee e immagini di sé mediante cui l’impresa (con il contributo degli specialisti di scienze manageriali), attraverso il XX secolo e oltre, ha dialogato con la società, risposto alle sue richieste di giustificazione e infine preteso di consacrare se stessa.

cod. 1529.2.108

Il volume affronta il tema delle relazioni tra sociologia e discipline limitrofe; mostra le potenzialità applicative offerte da approcci analitici micro-fondati a forte contenuto tecnico-teorico in relazione a diversi fenomeni socio-economici; illustra il ruolo cognitivo e applicato svolto dalla sociologia nelle organizzazioni, nelle istituzioni e nelle imprese; e infine affronta uno dei temi elettivi a cavallo tra spiegazione, descrizione e applicazione: la relazione tra società e politiche pubbliche per il lavoro e il welfare.

cod. 1529.114

Mirella Giannini, Enrica Morlicchio

Mestieri e professioni.

Come si rappresentano le occupazioni nella società contemporanea

La rappresentazione della società e del sistema delle disuguaglianze sociali riflette oggi una conoscenza mediata, influenzata da modelli culturali diffusi, istituzionalizzati e dominanti. Seguendo una logica ipertestuale, il volume offre un approfondimento dei singoli aspetti della stratificazione occupazionale e della mobilità sociale, con una attenzione specifica alla dimensione di genere.

cod. 1529.112

Cecilia Cristofori

Operai senza classe.

La fabbrica globale e il nuovo capitalismo. Un viaggio nella ThyssenKrupp Acciai Speciali di Terni

Attraverso una ricerca empirica alla ThyssenKrupp Acciai Speciali di Terni, il volume cerca di indagare l’identità degli operai oggi, alla luce del venir meno sia della centralità del lavoro sia di quel paradigma di classe che aveva fatto degli operai i primi attori e interpreti della modernità. La grande trasformazione riguarda i caratteri di un’identità maschile sempre più al singolare, che ha perso il contributo del lavoro come fonte di riconoscimento sociale e di appartenenza collettiva.

cod. 1529.2.104

Egidio Riva, Eugenio Zucchetti

La mobilità job-to-job.

Transizioni lavorative verso il terziario

I risultati di uno studio sulla mobilità job-to-job. La ricerca indaga i percorsi professionali che dal tradizionale lavoro nell’industria e nel terziario – assicurazioni, credito, commercio, pubblico impiego – portano ad attività lavorative ed economiche, non necessariamente dall’elevato contenuto professionale, collocabili nel “nuovo terziario”, ovvero nei nuovi servizi in via di consolidamento entro l’economia metropolitana.

cod. 1529.2.106

Michele La Rosa, Vando Borghi

Le grammatiche sociali della mobilità.

Una ricerca sulle convenzioni del lavoro nella provincia di Bologna

Il volume documenta una ricerca, condotta in provincia di Bologna in due settori assai diversi tra loro (quello metalmeccanico e quello delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione), sul tema delle scelte di mobilità nel lavoro e dei criteri che le orientano. L’indagine sui regimi di giustificazione attraverso cui prendono forma le scelte sulle decisioni di mobilità consente di mettere a fuoco modalità di coordinamento degli attori in gioco, per comprendere il modo in cui le organizzazioni lavorative funzionano.

cod. 1529.2.105

Francesco Murru

Responsabilità sociale d'impresa.

Il punto di vista dei lavoratori

Che spazio e che posizione hanno il lavoro e i lavoratori di fronte alla Responsabilità Sociale d’Impresa? che immagine si fanno della RSI i lavoratori? che cosa si attendono da un’impresa che voglia essere socialmente responsabile? A queste e altre domande risponde il volume, che presenta anche una ricerca empirica recentemente svolta sui lavoratori della provincia di Bologna.

cod. 1529.2.103