Sociologia, cambiamento e politica sociale

Direzione: Pierpaolo Donati

La collana si propone di approfondire e sviluppare tematiche, sia generali che specifiche, concernenti la sociologia come «scienza della società», nei suoi vari aspetti e dimensioni, in particolare per quanto riguarda le sue applicazioni al vasto campo delle politiche sociali. La politica sociale è qui intesa come «momento riflessivo» della sociologia in quanto sapere teorico-pratico.
Sia nelle società cosiddette avanzate o complesse, sia nelle società cosiddette in via di sviluppo o «diverse», gli orientamenti a costruire una «società del benessere a dimensione umana» comportano connessioni sempre più significative fra sociologia e politica sociale, e indicano una tendenza storica che è al centro degli interessi scientifici della collana. Le analisi, sia teoriche sia empiriche, così come i processi di formazione e apprendimento, dipendono ogni giorno di più da relazioni strette fra momento interpretativo della realtà sociale e azione-intervento sociale. Per questo, la collana dà particolare rilievo ad un modo di intendere e praticare la sociologia come sistema di osservazione diagnosi-guida relazionale dei processi sociali.
La collana si concentrerà soprattutto sui processi di mutamento e di innovazione sociale. Nel porre particolare attenzione alle fenomenologie sociali emergenti, essa intende non solo fornire interpretazioni e spiegazioni dei fatti sociali, in una prospettiva che non dimentica la dimensione storica dei problemi, ma anche riflessioni su esperienze e orientamenti di carattere operativo, nella consapevolezza che la sociologia, nonostante tutte le crisi periodiche, viene assumendo una valenza sempre maggiore come sapere fondamentale per orientarsi nel mondo contemporaneo.
La collana prevede per ciascun testo la valutazione preventiva di almeno due referee anonimi.
Per rispondere alle esigenze conoscitive, operative e formative, la collana si articola in cinque sezioni:

1. Opere generali
2. Ricerche
3. Manuali e testi didattici.
4. Studi, saggi e documenti.
5. Social issues

Social issues si propone di presentare al largo pubblico saggi di studiosi di scienze sociali su tematiche di attualità che riguardano i grandi problemi pubblici e sociali, i social issues, appunto. L’intento è quello di offrire dei contributi seri e rigorosi, basati su argomenti teorici e dati empirici, che siano utili per affrontare i nodi sociali che caratterizzano la nostra epoca.
I processi di globalizzazione stanno rapidamente e profondamente modificando tutte le forme e gli assetti sociali, diventa quindi urgente dotarsi di nuovi strumenti concettuali, di nuovi approcci e metodologie, in grado di fornirci conoscenze adeguate e insieme visioni progettuali per affrontare un futuro che appare sempre più incerto e rischioso, ma anche ricco di promesse.
I saggi qui pubblicati sono rivolti non solo a studiosi e intellettuali in genere, ma a tutti coloro che vogliono essere protagonisti attivi del loro futuro.

(leggi tutto)

Collana Peer Reviewed

La ricerca ha estratto dal catalogo 120 titoli

Leonardo Allodi, Maria A. Ferrari

La secolarizzazione in questione

Il processo di secolarizzazione, dopo l’Illuminismo, non è coinciso con processi di dissoluzione della religione: un soggetto liberato dalla religione difatti non è un soggetto liberato dai problemi della vita ai quali le forme della vita religiosa offrono una risposta. In tal senso, molte teorie sociologiche contemporanee della religione hanno riproposto la questione della secolarizzazione indagandone le molteplici dimensioni, al punto da giungere a una tesi quasi paradossale: la secolarizzazione ha poco a che fare con il declino della religione.

cod. 1534.4.23

Laura Tieghi, Mirca Ognisanti

Seconde generazioni e riuscita scolastica.

Il progetto SeiPiù

Frutto delle riflessioni emerse durante il convegno SeiPiù. Seconde generazioni e riuscita scolastica, il volume si propone di ricostruire il vasto confronto che si è tenuto sul tema della riuscita scolastica dei giovani studenti stranieri di prima o seconda generazione, analizzando i percorsi di integrazione dei ragazzi, gli strumenti per interagire con il gruppo e creare benessere e autostima, il ruolo della famiglia, il genere e i percorsi femminili.

cod. 1534.2.29

Stefano Martelli

La comunicazione al servizio del volontariato.

Le prestazioni comunicative dei nove Centri di servizio per il volontariato dell'Emilia-Romagna nel triennio 2004-2006

La ricerca, svolta per conto del Comitato di Gestione del fondo speciale per il Volontariato dell’Emilia-Romagna, ha analizzato le prestazioni di tipo comunicativo erogate nel triennio 2004-2006 dai nove Centri di servizio alle centinaia di organizzazioni non profit attive in regione. Il volume offre stimoli e idee per sviluppare, con le nuove tecnologie, la comunicazione e la promozione di valori e identità del volontariato.

cod. 1534.2.27

Remo Siza

Povertà provvisorie.

Le nuove forme del fenomeno

Fenomeno sempre più discusso e indagato, la povertà ha assunto in quest’ultimo decennio caratteristiche molto diverse dal passato. Oggi si entra e si esce dalla povertà più frequentemente, sono cresciute le famiglie coinvolte in oscillazioni tra periodi nei quali il reddito è sufficiente e condizioni di povertà più o meno intense... Il volume aiuta a leggere le trasformazioni della società per comprenderla meglio.

cod. 1534.5.3

Lorenza Gattamorta

Riflessività e sé dialogico

Avendo sullo sfondo la tradizione che affonda le sue radici nel pragmatismo americano e nell’interazionismo simbolico di Mead, il volume propone un’analisi della relazione tra riflessività personale e dimensione dialogica del sé. Tenendosi lontani dagli scogli del sociologismo e del postmodernismo, i saggi presentati intendono ritrovare una giusta collocazione a un sé che è incastonato nelle relazioni sociali e linguistiche, ma che sempre le eccede attraverso la riflessività.

cod. 1534.4.21

Il volume presenta il nucleo concettuale e metodologico dell’approccio relazionale in sociologia. La teoria relazionale in sociologia parte dalla constatazione che le società contemporanee non riescono più a darsi una rappresentazione convincente di se stesse, e mira a sostenere una coscienza della società che sia all’altezza dei rischi e delle sfide che aumentano quanto più la complessità artificiale comporta un deficit strutturale di capacità riflessiva e di orientamento.

cod. 1534.1.16

Dopo un’introduzione sulla Scuola dell’Interazionismo Simbolico, il volume traccia i ritratti di cinque autori americani appartenenti a tale Scuola, tutti formatisi all’Università di Chicago: H.G. Blumer, A.L. Strauss, R.H. Turner, T. Shibutani, E. Goffman. Dopo aver presentato la vita e la genesi intellettuale di ognuno di essi, il testo tratta alcune tematiche oggetto del loro interesse.

cod. 1534.3.7

Nel Rapporto annuale sulla situazione del paese, il Censis sottolinea che la mancanza di coesione sociale è oggi il più grave problema dell’Italia. Ma cosa si intende per coesione sociale? Il testo spiega il significato dell’espressione, mostrando come si misura il grado di coesione sociale di una società, in quale modo è possibile aumentarla e il ruolo del terzo settore in questa prospettiva.

cod. 1534.4.20

Paola Di Nicola, Sandro Stanzani

Reti di prossimità e capitale sociale in Italia

La complessa tematica della rilevanza delle reti di prossimità in Italia, attraverso l’analisi della capacità delle reti comunitarie di rappresentare una fonte, più o meno diretta, di capitale sociale per gli individui. A partire da dati rilevati su un campione rappresentativo della popolazione italiana, il testo studia le relazioni tra caratteristiche delle reti di prossimità e capitale sociale.

cod. 1534.2.26

Isabella Crespi

Processi di socializzazione e identità di genere

Teorie e modelli a confronto

Il volume ripercorre il tema della socializzazione e delle differenze di genere attraverso l’analisi dei modelli sociologici classici, moderni e contemporanei. In particolare, si evidenziano gli aspetti peculiari relativi alla socializzazione al genere: il rapporto tra socializzazione e identità, il ruolo delle agenzie di socializzazione e i riferimenti culturali e simbolici delle differenze sessuali e di genere.

cod. 1534.1.29