Clicca qui per scaricare

Per uno junghismo scientifico: archetipi, modelli relazionali nucleari e validazione delle teorie della psicologia del profondo
Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI 
Autori/Curatori: Stefano Fissi 
Anno di pubblicazione:  2000 Fascicolo: 12 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 Dimensione file:  69 KB

Il processo, ultimamente in atto, di revisione e sistematizzazione del pensiero junghiano è stato sviluppato soprattutto dall’indirizzo ermeneutico, allontanando la psicologia analitica dall’empirismo di Jung, che può in realtà proporla come una disciplina scientifica. Il concetto di archetipo è un tentativo di integrazione tra ereditarietà ed esperienza della relazione, con cui Jung intende gettare un ponte tra psicologia analitica ed altre scienze, come la biologia, la neurologia, l’antropologia, l’etologia. Se si assume l’archetipo come parte di un modello nucleare di organizzazione delle relazioni, sulla base della regolazione dei bisogni fondamentali, esso diviene il prototipo delle relazioni precoci destinate a ripetersi nell’età adulta e infine nella relazione analitica, e può essere collegato a quegli studi che tentano una verifica extraclinica e sperimentale delle teorie della psicologia del profondo, in particolare agli studi di Luborsky e collaboratori sul CCRT (Core Conflictual Relationship Theme).


Stefano Fissi, in "STUDI JUNGHIANI" 12/2000, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche