La politica ed il suo campo rappresentazionale: esempio di applicazione di una metodologia per lo studio del nesso fra parole-stimolo e libere associazioni

Titolo Rivista: RASSEGNA DI PSICOLOGIA
Autori/Curatori: Alessandra Areni, Gilda Sensales
Anno di pubblicazione: 2000 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 8 P. Dimensione file: 28 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il lavoro è inscritto nella tradizione delle rappresentazioni sociali. Viene illustrato un metodo per lo studio del campo rappresentazionale attraverso l’identificazione di due indici specifici in grado di rendere conto della "stabilità" e della "connettività" di 18 parole-stimolo relative alla rappresentazione della politica, secondo una tecnica messa a punto in collaborazione con Rouquette (cfr. Rouquette, Sensales, 1999). I soggetti dell’indagine sono 277 studenti del primo anno di psicologia dell’università di Roma "La Sapienza" (16.5% di genere maschile e 83.5% di genere femminile). Lo strumento per lo studio del campo rappresentazionale è un questionario composto di 18 parole-stimolo (termini induttori): DEMOCRAZIA, EUROPA, FAMIGLIA, FASCISMO, INDIVIDUO, LEADER, LIBERALISMO, LIBERTÀ, PARLAMENTO, PATRIA, POLITICA, POPOLO, POTERE, RAZZA, SOCIALISMO, SOCIETÀ, STATO. Per misurare la "stabilità" - definita come il livello di variabilità nelle parole associate ad un termine induttore - sono stati calcolati due indicatori specifici: 1) il rapporto tra numero di parole con frequenza 1 e numero di parole diverse; 2) il rapporto tra numero di parole diverse e numero totale di parole associate. Per misurare la "connettività" - definita come il legame che ciascun termine induttore presenta con gli altri termini induttori - sono stati presi in considerazione due valori specifici di associazioni reciproche. I termini induttori più stabili sono risultati PATRIA, RAZZA, EUROPA, mentre i termini induttori più instabili sono POLITICA, SOCIETÀ. L’unico termine induttore con connettività elevata è STATO, mentre i termini induttori con connettività debole sono FAMIGLIA E INDIVIDUO. È discusso il significato di tali risultati per la rappresentazione della Politica.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Alessandra Areni, Gilda Sensales, La politica ed il suo campo rappresentazionale: esempio di applicazione di una metodologia per lo studio del nesso fra parole-stimolo e libere associazioni in "RASSEGNA DI PSICOLOGIA" 3/2000, pp , DOI: