Clicca qui per scaricare

Gli oggetti incompleti e il principio del terzo escluso secondo Meinong
Titolo Rivista: RIVISTA DI STORIA DELLA FILOSOFIA 
Autori/Curatori: Francesca Modenato 
Anno di pubblicazione:  2001 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  28 Dimensione file:  116 KB

La teoria degli oggetti incompleti è, tra quelle che attengono all’ambito della Gegenstandtheorie di Meinongm una delle più caratteristiche e insieme una delle più impervie e problematiche. Questa concezione fa la sua comparsa in riferimento alla teoria dell’astrazione: il concetto è un oggetto rappresentato in modo astratto, che è in quanto dire non completamente determinato, in opposizione all’oggetto concreto, il quale è invece completo di tutte le determinazioni. Agli oggetti incompleti viene assegnato uno spazio al di fuori del reale, non sottoposto all’autorità del principio del terzo escluso. Per questa sua specificità esso definisce l’ambito del possibile. Ci si chiede, per un verso, quale statuto ontologico convenga a questi oggetti nella teoria meinonghiana, e, per l’altro, se il loro darsi sia criticamente sostenibile.


Francesca Modenato, in "RIVISTA DI STORIA DELLA FILOSOFIA" 1/2001, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche