Clicca qui per scaricare

Il metodo "etnopsi" del Centre Devereux di Parigi. Tobie Nathan: dal terapeuta che lavora con un gruppo di pazienti al parlamento multietnico di terapeuti
Titolo Rivista: GRUPPI 
Autori/Curatori: Ugo Corino, Francesca Campostrini, Laura Vasini 
Anno di pubblicazione:  2001 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  24 Dimensione file:  74 KB

Partendo dal lavoro di un gruppo di discussione e di confronto con Tobie Nathan durato due giorni, l’articolo esamina il metodo ed i presupposti teorici che fondano l’approccio "etnopsi". Il discorso si sviluppa dai presupposti epistemologici che fondano il lavoro del Centre Devereux: dal costruttivismo alla potenza creatrice delle teorie. Le origini del dispositivo etnopsichiatrico sono ricostruite e descritte utilizzando l’esperienza clinica e professionale del suo fondatore. Il dispositivo è inoltre indagato rispetto ai diversi livelli di articolazione: la prescrizione, il trattamento degli oggetti ed il gruppo multietnico dei terapeuti in azione nella consultazione. L’attenzione si sposta quindi sul problema della formazione dei terapeuti sul doppio registro della appartenenza culturale locale e di quella psicodinamica. Parole chiave: etnopsi, costruttivismo, gruppo multietnico.


Ugo Corino, Francesca Campostrini, Laura Vasini, in "GRUPPI" 2/2001, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche