Clicca qui per scaricare

I rapporti italo-rumeni tra le due guerre. Parte prima. Dall'avvento del fascismo al ritorno di Carol in Romania: 1922-1930
Titolo Rivista: AFFARI SOCIALI INTERNAZIONALI 
Autori/Curatori: Giancarlo Giordano 
Anno di pubblicazione:  2002 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 Dimensione file:  30 KB

Quando, il 29 ottobre 1922, Benito Mussolini assunse il potere, nella duplice veste di presidente del consiglio e ministro degli affari esteri, uno dei suoi primi atti ufficiali fu quello di telegrafare ai governi esteri con i quali l’Italia intratteneva normali relazioni diplomatiche, l’avvenuto cambio della guardia. Non solo un atto diplomaticamente dovuto, ma dettato anche dalla necessità di tranquillizzare le opinioni pubbliche sul fatto che la nuova Italia non aveva mire sovvertitrici, che il fascismo era un fenomeno tutto italiano, assolutamente non esportabile.


Giancarlo Giordano, in "AFFARI SOCIALI INTERNAZIONALI" 2/2002, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche