Clicca qui per scaricare

Studio comparativo sui comportamenti e rischi di infezioni di Hiv in una popolazione di giovani emarginati in alcuni paesi europei
Titolo Rivista: AFFARI SOCIALI INTERNAZIONALI 
Autori/Curatori: Anna Colucci 
Anno di pubblicazione:  2002 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  6 Dimensione file:  18 KB

Il progetto è promosso dalla Caritas Diocesana di Roma ed è svolto in collaborazione con l’ A.D.A.P. (Asociacion de Ayuda y Prevencion de Drogodepencia) di Madrid, la Caritas Hellas di Atene, l’AIDES Languedoc-Cevennes di Nîmes e Liga Portuguesa Contra a SIDA di Lisbona. L’Obiettivo generale è stato di aumentare l’efficacia delle azioni preventive rivolte a gruppi specifici e, in particolare, a soggetti giovani la cui situazione di disagio sociale impedisce loro l’accesso all’informazione e agli interventi disponibili. Il campione è stato costituito da 803 soggetti, di cui 135 in Francia, 200 in Grecia, 200 in Italia, 50 in Portogallo e 218 in Spagna, incontrati rispettivamente a Nimes, Atene, Roma, Lisbona e Madrid. In ciascuna delle città nelle quali si è svolta la ricerca, per consentire la scelta casuale del campione fra i giovani in stato di disagio sociale, sono stati esclusi i servizi pubblici e privati impegnati specificatamente nella prevenzione dell’AIDS e delle tossicodipendenze, ritenendo i soggetti che a questi si rivolgevano fossero già inseriti in programmi mirati per la riduzione del danno.La prevenzione dell’infezione da HIV nei giovani, pur continua e attenta, è ancora poco mirata e non tiene conto della complessa realtà della popolazione a cui si rivolge. L’obiettivo generale di questa ricerca è stato quello di rinforzare l’efficacia delle azioni preventive, con un’attenzione particolare verso i soggetti giovani, cosiddetti emarginati. Si tratta di persone la cui situazione di disagio sociale impedisce loro la ricettività all’informazione e agli interventi disponibili in ambito pubblico, e quindi doppiamente a rischio d’infezione, sia perché non sensibili al messaggio, sia perché con comportamenti a rischio. La ricerca e’ servita anche per tracciare un profilo di queste persone, con caratteristiche comuni nei paesi ambito della ricerca (Italia, Francia, Grecia, Portogallo e Spagna).


Anna Colucci, in "AFFARI SOCIALI INTERNAZIONALI" 2/2002, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche