L’agricoltura nel Mezzogiorno: «la polpa e l’osso» cinquant’anni dopo (di Michele De Benedictis) - ABSTRACT: Cinquant’anni fa, analizzando le caratteristiche e le prospettive dell’agri-coltura meridionale, Manlio Rossi-Doria introdusse la famosa distinzione metaforica nelle due grandi realtà: le aree di «polpa», suscettibili di rapido sviluppo, e le aree di «osso», caratterizzate dalla povertà delle risorse e del contesto economico sociale. L’obiettivo del presente lavoro è una analisi delle vicende dell’agricoltura nel Mezzogiorno nel ventennio 1980-2000 facendo ricorso alla stessa chiave di lettura. In un contesto di complessivo ristagno produttivo, due principali tendenze vengono individuate: l’espansione della «polpa» e la disarticolazione interna dell’«osso». Vengono pertanto individuati i fattori cui sono da imputare i limitati progressi nel processo di "modernizzazione produttivistica": Guardando, infine, ad alcuni processi di cambiamento verificatisi negli anni ’90, a fronte dell’insorgere di preoccupanti problemi ambientali nelle aree di «polpa», riscontriamo, nei contesti di «osso», significative tendenze in linea con uno scenario di "modernizzazione qualitativa".)" />
Clicca qui per scaricare

L'agricoltura del Mezzogiorno: "la polpa e l'osso" cinquant'anni dopo
Titolo Rivista: QA Rivista dell’Associazione Rossi-Doria 
Autori/Curatori:  Michele De Benedictis 
Anno di pubblicazione:  2002 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  38 Dimensione file:  235 KB

L’agricoltura nel Mezzogiorno: «la polpa e l’osso» cinquant’anni dopo (di Michele De Benedictis) - ABSTRACT: Cinquant’anni fa, analizzando le caratteristiche e le prospettive dell’agri-coltura meridionale, Manlio Rossi-Doria introdusse la famosa distinzione metaforica nelle due grandi realtà: le aree di «polpa», suscettibili di rapido sviluppo, e le aree di «osso», caratterizzate dalla povertà delle risorse e del contesto economico sociale. L’obiettivo del presente lavoro è una analisi delle vicende dell’agricoltura nel Mezzogiorno nel ventennio 1980-2000 facendo ricorso alla stessa chiave di lettura. In un contesto di complessivo ristagno produttivo, due principali tendenze vengono individuate: l’espansione della «polpa» e la disarticolazione interna dell’«osso». Vengono pertanto individuati i fattori cui sono da imputare i limitati progressi nel processo di "modernizzazione produttivistica": Guardando, infine, ad alcuni processi di cambiamento verificatisi negli anni ’90, a fronte dell’insorgere di preoccupanti problemi ambientali nelle aree di «polpa», riscontriamo, nei contesti di «osso», significative tendenze in linea con uno scenario di "modernizzazione qualitativa".


Michele De Benedictis, in "QA Rivista dell’Associazione Rossi-Doria" 2/2002, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche