Clicca qui per scaricare

I primi viaggiatori occidentali in Sri Lanka: gli italiani
Titolo Rivista: AFFARI SOCIALI INTERNAZIONALI 
Autori/Curatori: Mainardo Bernardelli 
Anno di pubblicazione:  2002 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 Dimensione file:  79 KB

Il nome dell’isola attualmente denominata Sri Lanka si e’ modificato numerose volte nel corso dei secoli: Lanka (terra in sanscrito: tale nome appare per la prima volta nel poema mitico indiano Ramayana, laddove l’eroe Rama incarnazione del dio Vishnu - si reca a Lanka, per l’appunto, per liberare la sua sposa Sita dal re demone Ravana, che la tiene prigioniera), Tambapanni (in pali) e Taprobane (in greco: si trova giá in Strabone) entrambi derivanti probabilmente dal sanscrito Tamba Vanna, che significa rame colorato - , Pa-outchow (in cinese mandarino, la cui traduzione é isola delle gemme). La prima mappa dell’Isola é quella dell’astronomo e geografo greco-alessandrino Tolomeo (Claudio Tolomeo), risalente al II secolo d.c., sebbene vi siano sempre stata una certa confusione se Taprobane fosse Lanka o Java: in ogni caso, essa e’ ripresa successivamente dai primi cartografi dell’era moderna Sebastiano Münster nella Tabula Asiae VIII (Basilea, 1540) e da Jacopo Gastaldi nel suo Disegno della parte dell’Asia (Venezia, 1560).


Mainardo Bernardelli, in "AFFARI SOCIALI INTERNAZIONALI" 4/2002, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche