Clicca qui per scaricare

Mediterraneo, bacino di migrazioni
Titolo Rivista: AFFARI SOCIALI INTERNAZIONALI 
Autori/Curatori: Enrico Grande 
Anno di pubblicazione:  2003 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 Dimensione file:  73 KB

La recente evoluzione dei movimenti migratori internazionali è caratterizzata dalla crescente importanza assunta dall’area del Mediterraneo come bacino di migrazioni. A partire dalla fine degli anni Settanta, infatti, alcuni paesi della sponda Nord del Mediterraneo, tradizionalmente aree di emigrazione, come Italia, Spagna, e successivamente Portogallo e Grecia, hanno incominciato ad accogliere flussi via via crescenti di immigrati provenienti soprattutto dai paesi in via di sviluppo (PVS) della sponda Sud del bacino mediterraneo (Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto e Libia) ma in buona parte anche da alcune regioni del più vasto Sud del mondo come alcuni paesi dell’America Latina, del continente asiatico e più recentemente dell’Est europeo. Tra gli elementi che hanno caratterizzato in maniera determinante le migrazioni nel bacino mediterraneo assume particolare rilevanza la netta prevalenza dei fattori di spinta (push factors) nei paesi di origine dei flussi, legati essenzialmente alla fortissima pressione demografica e al consistente differenziale socio-economico tra Nord e Sud, rispetto a quelli di attrazione (pull factors) presenti nei paesi di destinazione dei migranti. Tra i paesi di accoglienza della sponda Nord del bacino, la Francia è l’unico in cui il fenomeno immigratorio si presenta, già da tempo, consolidato, affondando le radici nel passato coloniale della nazione. Italia e Spagna sono, invece, tra i paesi di nuova immigrazione quelli che hanno sperimentato nell’ultimo ventennio i maggiori afflussi di immigrati extracomunitari. In conclusione, va sottolineato come, vista la crescente importanza economico-sociale del fenomeno immigratorio nei paesi dell’Europa mediterranea, si renda ormai necessario un orientamento politico unitario a livello europeo, in grado di garantire l’attuazione di politiche più efficaci sia in tema di cooperazione allo sviluppo nelle regioni di esodo che in tema di integrazione degli immigrati nei paesi di accoglienza.


Enrico Grande, in "AFFARI SOCIALI INTERNAZIONALI" 1/2003, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche