Note sulla funzione della falsità e dell'autenticità nelle organizzazioni borderline

Titolo Rivista: INTERAZIONI
Autori/Curatori: Giuseppe Riefolo
Anno di pubblicazione: 2003 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 11 P. Dimensione file: 72 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’autore cerca di precisare sul piano dinamico il concetto di autenticità contrapposta a quello di falsità: a differenza della falsità, la posizione di autenticità non può essere riferita al singolo soggetto, ma concerne l’effetto del sistema narcisistico del soggetto su un campo sempre più esteso di relazioni e in un arco temporale ampio. Le organizzazioni borderline si fondano particolarmente su un campo di relazioni costruito sulla falsità degli oggetti e, nella loro espressione psicopatologica, sollecitano i terapeuti ad una faticosa posizione di autenticità in cui spesso sono chiamati a riconoscersi vinti e disperati.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Giuseppe Riefolo, Note sulla funzione della falsità e dell'autenticità nelle organizzazioni borderline in "INTERAZIONI" 1/2003, pp , DOI: