Matti di fascismo, matti di guerra. Gli internati di Racconigi e la seconda guerra mondiale

Titolo Rivista: PASSATO E PRESENTE
Autori/Curatori: Massimo Tornabene
Anno di pubblicazione: 2008 Fascicolo: 73 Lingua: Italiano
Numero pagine: 23 P. 41-63 Dimensione file: 103 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Massimo Tornabene’s essay argues that the peculiarity of wars in the twentieth century is undoubtedly the recognition of war traumas. So-called «shell shock» that affected soldiers in the first world war has been widely studied in the literature (Gibelli, Leed). Access to the archives of former psychiatric hospitals has recently become possible. In this case the records of the inmates of the mental hospital of Racconigi (Cuneo) for the period 1938-1947 has made it possible to enquire into the impact on the civilians’ psyche of the second world war and to analyze the relationships between psychiatric hospitals and fascist institutions.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Massimo Tornabene, Matti di fascismo, matti di guerra. Gli internati di Racconigi e la seconda guerra mondiale in "PASSATO E PRESENTE" 73/2008, pp 41-63, DOI: