Clicca qui per scaricare

Il problema della "traduzione" di aspetti delle filosofie orientali nella psicoterapia occidentale
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Autori/Curatori: Paolo Migone 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 35-52 Dimensione file:  90 KB
DOI:  10.3280/PU2010-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Vi sono due modi per concepire il rapporto tra filosofie orientali e psicoterapia occidentale. Un modo è rispettare la diversità delle filosofie occidentali (ad esempio nelle visioni del mondo) e introdurne aspetti a scopo terapeutico: in questo senso alcuni parlano di "integrazione" o "eclettismo", con tutte le controversie legate a questi termini. Un secondo modo è partire da una sola prospettiva, quella di una psicoterapia occidentale, e studiare le pratiche orientali per comprenderne il meccanismo di azione. Questo articolo segue questo secondo modo, e utilizza la teoria psicoanalitica per discutere tecniche quali il rilassamento, il training autogeno (una versione occidentale dello yoga), la meditazione, la mindfulness e altri "esercizi". Vengono discusse anche tecniche occidentali, come la epochè fenomenologica, le "associazioni libere" e l’"attenzione liberamente fluttuante" di Freud, il "momento presente" di D.N. Stern, la terza ondata (third wave) del movimento cognitivo-comportamentale, e così via.


Keywords: Filosofie orientali, psicoterapie occidentali, integrazione, psicoterapia dinamica (PDT), terapia cognitivo-comportamentale (CBT)



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Paolo Migone, in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 1/2010, pp. 35-52, DOI:10.3280/PU2010-001003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche