Clicca qui per scaricare

Sequenze di scene di violenza non giustificata e giustificata, condotte aggressive e affettività
Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA  
Autori/Curatori: Giorgio Tosini, Carlo Cristini, Bruno Mario Cesana 
Anno di pubblicazione:  2009 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  26 P. 21-46 Dimensione file:  543 KB
DOI:  10.3280/RIP2009-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Lo scopo principale di questa ricerca è la valutazione dell’effetto della visione di scene violente su un gruppo di studenti universitari (30 f, 30 m), presentate in due differenti sequenze: una scena di violenza "giustificata" seguita da una di violenza "non giustificata" o viceversa. Si sono utilizzati i seguenti questionari: 1) prima e dopo le sequenze, Questionario I-R sulle condotte aggressive, Scala d’Ansia ASQ-IPAT; 2) dopo ogni singola scena, Questionario self-report per valutare intensità e tono edonico delle emozioni provate e il livello di giustificazione della violenza della scena. Sono stati esaminati anche processi di regolazione delle emozioni (suppression, reappraisal e autoefficacia). Ruminazione ed ansia (totale e nascosta) sono diminuite dopo la visione di entrambe le sequenze. Dopo la sequenza con la scena di violenza "non giustificata" seguita da quella "giustificata", la ruminazione è diminuita in modo significativo rispetto alla sequenza inversa. L’intensità e la sgradevolezza delle emozioni negative provate durante la scena di violenza "giustificata" hanno registrato valori più bassi rispetto a quelli della scena "non giustificata". La valutazione del livello di giustificazione della violenza della prima scena ha un effetto sulla valutazione di quella della seconda scena in entrambe le sequenze (effetto carry-over). Il livello di giustificazione della violenza "giustificata" è effettivamente più alto rispetto a quella "non giustificata". Il processo di reappraisal, l’autoefficacia nel controllo delle emozioni negative, l’autoefficacia nell’epressione delle emozioni positive e l’autoefficacia empatica percepita non hanno avuto effetti.




  1. Impossibile comunicare con Crossref: The request was aborted: Could not create SSL/TLS secure channel.

Giorgio Tosini, Carlo Cristini, Bruno Mario Cesana, in "RICERCHE DI PSICOLOGIA " 1/2009, pp. 21-46, DOI:10.3280/RIP2009-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche