Clicca qui per scaricare

Il rimpatrio di cittadini irregolari: armonizzazione (blanda) con attenzione (scarsa) ai diritti delle persone
Titolo Rivista: DIRITTO, IMMIGRAZIONE E CITTADINANZA 
Autori/Curatori: Marco Borraccetti 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  25 P. 17-41 Dimensione file:  140 KB
DOI:  10.3280/DIRI2010-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La Direttiva 2008/115 riguarda norme e procedure che riguardano il rimpatrio di cittadini di Paesi terzi il cui soggiorno sul territorio comunitario risulti irregolare. Per combattere l’immigrazione clandestina sono stati scelti alcuni strumenti, tra questi: la possibilità del rimpatrio dei minorenni; quella di inviare gli immigrati irregolari «in un Paese di transito» diverso da quello di origine; la possibilità di trattenerli per 18 mesi in Centro di accoglienza; la possibilità che queste misure riguardino anche le famiglie. L’obiettivo è quello di armonizzare un settore particolarmente delicato, che incide in primo luogo sulla vita delle persone ed è di particolare sensibilità dal punto di vista politico. L’indirizzo che prevale privilegia l’approccio securitario al problema, con l’individuazione dei cittadini extracomunitari in posizione irregolare quasi esclusivamente come veicolo di problemi di ordine pubblico o di sicurezza interna. Da questo ne consegue un’unica preoccupazione: quella di allontanarli dal territorio comunitario, senza curarsi in verità delle conseguenze che questo potrà comportare nei loro confronti.


Marco Borraccetti, in "DIRITTO, IMMIGRAZIONE E CITTADINANZA" 1/2010, pp. 17-41, DOI:10.3280/DIRI2010-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche