Diritto italiano: Cittadinanza

Titolo Rivista: DIRITTO, IMMIGRAZIONE E CITTADINANZA
Autori/Curatori:
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 1 Lingua: English
Numero pagine: 15 P. 153-167 Dimensione file: 77 KB
DOI: 10.3280/DIRI2010-001011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

1. Corte di cassazione 29.7.2009 n. 17548 <br/> donna italiana coniugata con straniero <br/> perdita automatica della cittadinanza ex lege 555/1912 <br/> nascita di figli anteriormente all’entrata in vigore della Costituzione e alla dichiarazione di riacquisto della cittadinanza italiana <br/> richiesta di riconoscimento dello status civitatis italiano dei figli sin dalla nascita, per discendenza materna <br/> accoglimento; status di cittadinanza italiana <br/> natura permanente ed imprescrittibile <br/> riconoscimento del diritto sia per la donna che ha perso automaticamente lo status a seguito di legge poi dichiarata incostituzionale, sia per i figli dalla stessa nati anche anteriormente all’entrata in vigore della Costituzione italiana <br/> irrilevanza della dichiarazione di riacquisto della cittadinanza ex lege 151/75<br/><br/> 2. Corte appello di Firenze 28.5.2009 n. 750 <br/> giudizio per accertamento status di apolidia <br/> procedimento afferente uno status personale <br/> analogia con procedimenti relativi allo status di rifugiato, di adottato, di invalido, di figlio legittimo o naturale, ecc. <br/> competenza del tribunale ex art. 9, co. 2 c.p.c. in sede di volontaria giurisdizione <br/> rito camerale anche per l’azione di accertamento dell’apolidia; competenza territoriale del luogo di domicilio del ricorrente <br/> legittimazione passiva del Ministero dell’interno <br/><br/> 3. Corte appello di Salerno 20.8.2009 n. 32 <br/> acquisto della cittadinanza italiana del figlio minore di genitore straniero divenuto cittadino italiano <br/> genitore non affidatario che non ha perduto la potestà genitoriale ed al quale è stato riconosciuto il diritto alle visite con il figlio minore <br/> sufficienza ai fini della verifica del requisito della convivenza sostanziale <br/> riconoscimento giudiziale della cittadinanza ex art. 14 l. 91/92<br/><br/> 4. Tribunale amministrativo regionale Lazio 30.4.2008 n. 5360 <br/> diniego di riconoscimento di cittadinanza italiana per ragioni di ordine pubblico <br/> attività discrezionale della PA <br/> competenza del Ministero dell’interno ad adottare il provvedimento <br/> mancata comunicazione dei motivi ostativi <br/> illegittimità per mancata valutazione di elementi nuovi indicati dall’interessato <br/> valutazione ex art. 21 octies l. 241/90 della incidenza della violazione sulla legittimità sostanziale del provvedimento; termine massimo di durata del procedimento <br/> natura ordinatoria

, Diritto italiano: Cittadinanza in "DIRITTO, IMMIGRAZIONE E CITTADINANZA" 1/2010, pp 153-167, DOI: 10.3280/DIRI2010-001011