Clicca qui per scaricare

La traduzione, esigenza e possibilità dell'opera
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Autori/Curatori: Alberto Luchetti 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 189-200 Dimensione file:  359 KB
DOI:  10.3280/PU2010-002003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Che la traduzione, altra professione impossibile, sia costruzione dell’originale è esemplarmente evidenziato dalla psicoanalisi, che interroga in modo peculiare il rapporto dell’uomo col linguaggio e le lingue. Freud, oltre a praticare la traduzione e a usarla insistentemente come metafora, arrivò a proporla come modello della memoria e del funzionamento psichico, dunque ipotizzando l’inconscio come intradotto e intraducibile, eppure incessantemente ritradotto. Alla maniera dei "ritratti compositi" o "immagini generiche" di Galton, la sovrapposizione delle diverse traduzioni dell’opera freudiana nelle diverse lingue, nella loro oscillazione tra etnocentrismo e "prova dello straniero", tra ricentramento e decentramento, contribuiscono a figurare concretamente l’astrazione dell’inconscio sessuale, la scoperta del volto eccentrico di ogni individualità. In questo senso la traduzione costituirebbe non solo una esigenza ma altresì una possibilità dell’opera freudiana.


Keywords: Galton, inconscio, indovinare, traduzione, traduzioni freudiane



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Alberto Luchetti, in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 2/2010, pp. 189-200, DOI:10.3280/PU2010-002003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche