Clicca qui per scaricare

Lissone: una comunità di mobilieri (1880-1970)
Titolo Rivista: STORIA IN LOMBARDIA 
Autori/Curatori: Daniele Pozzi 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  35 P. 78-112 Dimensione file:  511 KB
DOI:  10.3280/SIL2010-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio analizza le origini della specializzazione manifatturiera di Lissone a partire dagli ultimi decenni dell’Ottocento, soffermandosi in particolare sul rapporto tra artigiani a domicilio e grandi commercianti di mobili. Il periodo tra le due guerre mondiali vide una significativa modernizzazione del settore, soprattutto grazie alla mobilitazione di alcune istituzioni locali. Le iniziative promosse dalle autorità comunali e dalle associazioni ebbero una forte rilevanza anche dopo la seconda guerra mondiale, in particolare con la creazione dell’Ente comunale del mobile (1951). Gli sforzi per un aggiornamento dell'artigianato locale naufragarono a causa del perdurare di alcune pratiche individualiste tradizionali e di un peggioramento della congiuntura nel corso dei decenni sessanta-settanta, mentre progressivamente veniva meno l’identificazione del tessuto produttivo locale con la specializzazione mobiliera. Note biografiche : Daniele Pozzi (1976) è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Analisi Istituzionale e Management Pubblico dell’Università commerciale "Luigi Bocconi" di Milano e insegna Storia economica e d’impresa presso l'Istituto di Economia dell'Università Carlo Cattaneo - LIUC di Castellanza (VA). Email: daniele.pozzi@unibocconi.it - dpozzi@liuc.it


Keywords: Capitale sociale, distretto, industria legno arredo, artigianato, Lissone.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Daniele Pozzi, in "STORIA IN LOMBARDIA" 1/2010, pp. 78-112, DOI:10.3280/SIL2010-001003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche