Lomé: attori e processi di una transizione democratica

Titolo Rivista: STORIA URBANA
Autori/Curatori: Serena Verde
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 126/127 Lingua: English
Numero pagine: 27 P. 67-93 Dimensione file: 2173 KB
DOI: 10.3280/SU2010-126004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Nel quadro del recente dibattito che ha animato gli studi sull’evoluzione degli spazi urbani in Africa nel XXI secolo, questo studio intende analizzare le specificità proprie alle dinamiche socio-spaziali della città di Lomé. In particolare ci si concentrerà sulle inedite relazioni tra Stato, cittadinanza e territorio createsi all’indomani della turbolenta transizione democratica dei primi anni Novanta. La Conferenza Nazionale del 1991 ha visto da una parte l’affermazione di una società civile determinata ad occupare spazi e funzioni sempre più importanti all’interno delle dinamiche cittadine. Allo stesso tempo, i disordini politici e le violenze che ne seguirono hanno scosso profondamente la città di Lomé. Il processo di frammentazione socio-spaziale prodottosi in questo ultimo periodo ha portato alla ribalta nuovi attori sociali, che hanno saputo instaurare un peculiare rapporto col territorio della capitale togolese, assumendo un ruolo importante nella governance territoriale. Frutto di una ricerca sul campo effettuata tra il 2007 e il 2008, questo contributo intende mostrare come i mutamenti politici degli anni Novanta abbiano permesso, seppur parzialmente, di delegare il governo della città ad attori sociali prima emarginati, quali i giovani, le donne e le associazioni. Si vuole porre inoltre in evidenza come la rappresentazione stessa della città sia cambiata, grazie al lavoro di una stampa vivace e sempre più indipendente.

Serena Verde, Lomé: attori e processi di una transizione democratica in "STORIA URBANA " 126/127/2010, pp 67-93, DOI: 10.3280/SU2010-126004