Clicca qui per scaricare

Commento a Colpa e sensi di colpa di Martin Buber
Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT 
Autori/Curatori: Andrea Poma 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 79-87 Dimensione file:  496 KB
DOI:  10.3280/GEST2010-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore prende le mosse dall’edizione italiana del testo Colpa e sensi di colpa di Martin Buber per sottolineare il rapporto fra il pensiero del filosofo e la svolta umanistica in psicoterapia, mettendone in risalto non solo la nota vicinanza, ma anche alcuni punti di distanza e differenza che le caratterizza. In particolare si sofferma su due problemi aperti che ancora interrogano la psicoterapia: la dimensione etica della colpa e il rapporto fra terapeuta e paziente. In primo luogo, la colpa, considerata in senso etico e non solo come sentimento di colpa, è interamente riconducibile all’ambito psicologico o trascende questa sfera radicandosi in un orizzonte esistenziale e quindi irraggiungibile dalla psicoterapia? In secondo luogo, come è possibile incontrare il paziente su un piano esistenziale (il che significa rinunciare a una posizione io-esso per sostare nell’autentico io-tu) senza perdere il proprio metodo, ruolo e infine se stessi? Questi interrogativi sono proposti come stimoli di riflessione per la psicoterapia e per lo sviluppo dei suoi fondamenti.


Keywords: Buber, colpa, sensi di colpa, relazione terapeutica, psicoterapia



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Andrea Poma, in "QUADERNI DI GESTALT" 1/2010, pp. 79-87, DOI:10.3280/GEST2010-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche