Clicca qui per scaricare

Per una fenomenologia della società contemporanea. Accesso, approvvigionamento e democrazia dell’acqua
Titolo Rivista: RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE 
Autori/Curatori: Marina Ciampi 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 137-149 Dimensione file:  645 KB
DOI:  10.3280/SA2010-003013
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nella società contemporanea, definita anche società del rischio globale, la crisi idrica riveste un ruolo decisivo ma controverso rispetto ad altri rischi (sanitari, ambientali, finanziari, bellici). Essa infatti colpisce maggiormente le aree geografiche del sud del mondo, dove tale risorsa è sempre più carente e di scarsa qualità; al contrario i Paesi industriali avanzati hanno un approccio poco responsabile nei confronti di un bene così prezioso e di una fonte che è esauribile e limitata. I vantaggi dello sviluppo e della globalizzazione non sono infatti distribuiti equamente a livello geografico e il gap tra i "ricchi" e gli "ultimi della Terra" sta diventando sempre più profondo. Eppure uno sviluppo che intenda essere davvero sostenibile deve affrontare globalmente il problema della disponibilità dell’acqua potabile, della sua qualità, del suo accesso pubblico, in un’ottica di gestione e condivisione democratica di tale risorsa. Accedere all’acqua è un diritto fondamentale, universale e inalienabile, ma se non si attuerà un’inversione di tendenza a livello sociale, economico e politico, tale bene continuerà ad essere sempre più mercificato e privatizzato.


Keywords: Globalizzazione, rischio, risorsa acqua



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Marina Ciampi, in "RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE" 3/2010, pp. 137-149, DOI:10.3280/SA2010-003013

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche