Clicca qui per scaricare

L’urbanistica come tecnica: una riflessione a partire da Henri Lefebvre
Titolo Rivista: TERRITORIO 
Autori/Curatori: Francesco Chiodelli 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 56 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 164-171 Dimensione file:  387 KB
DOI:  10.3280/TR2011-056025
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il paper propone alcuni spunti di riflessione sugli ambiti di competenza dell’urbanistica e sulla natura del suo sapere, a partire da alcune suggestioni contenute nell’opera di Henri Lefebvre. Nella prima parte del testo si analizzano in particolare le riflessioni del filosofo francese in merito allo spazio e all’urbanistica, sottolineando come un’indicazione che da queste si può cogliere è quella della necessità di depoliticizzare il sapere dell’urbanistica (per ripoliticizzare lo spazio). Nella seconda parte del testo si sottolinea la distanza che esiste tra questa proposta e gli assunti tipici invece delle diverse letture che hanno sostenuto e sostengono la necessità di una qualche politicizzazione del planner (advocacy, pluralist, radical, communicative, collaborative planning). A partire da tale confronto si tracciano i contorni di una proposta che riconosca con chiarezza gli ambiti di competenza specifici della disciplina, argomentando come questi possano essere ricondotti ad un sistema di regole tecniche relative alla relazione fra regolazione spaziale e regolazione sociale.


Keywords: Lefebvre; politica; regole tecniche



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Francesco Chiodelli, in "TERRITORIO" 56/2011, pp. 164-171, DOI:10.3280/TR2011-056025

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche