Del transitare nel focus group: riflessioni a margine di un’esperienza

Titolo Rivista: GRUPPI
Autori/Curatori: Patrizia Velotti, Cecilia Serena Pace, Valentina Patti, Giulio Cesare Zavattini
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 14 P. 105-118 Dimensione file: 392 KB
DOI: 10.3280/GRU2010-002008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

I fenomeni migratori si contraddistinguono come una realtà estremamente attuale, densa di implicazioni che meritano di essere approfondite. In ambito sanitario, l’area relativa alle professioni di cura si caratterizza come un importante settore nel quale poter valutare e studiare gli effetti e le peculiarità di una crescente multiculturalità. Ed è qui che nel corso degli ultimi anni lo studio dei concetti della salute, della malattia e della cura nei campioni di utenti si è rivelato particolarmente proficuo mettendo in evidenza le possibili dissimilarità di queste concezioni in seno alle varie culture. Attualmente, tuttavia, la massiccia immissione di personale, soprattutto infermieristico, proveniente da altri contesti porta gli stessi professionisti della salute a lavorare in équipe che, oltre che interdisciplinari, risultano molto spesso anche multi-culturali. In questo senso, il migrante non dovrebbe più essere concepito solamente come utente dei servizi, ma anche come operatore e dunque come parte integrante del sistema sanitario in cui si inserisce. In risposta al rinnovato interesse verso le eventuali differenze, sia nelle modalità di rappresentare la salute e la malattia, sia negli aspetti relativi al modo in cui i diversi gruppi culturali intendono il "fornire cure" è stata condotta la ricerca qualitativa alla quale questo lavoro fa riferimento.

Patrizia Velotti, Cecilia Serena Pace, Valentina Patti, Giulio Cesare Zavattini, Del transitare nel <i>focus group</i>: riflessioni a margine di un’esperienza in "GRUPPI" 2/2010, pp 105-118, DOI: 10.3280/GRU2010-002008