I sistemi dei mezzi di comunicazione di massa nell'Afghanistan occidentale (Herat)

Titolo Rivista: FUTURIBILI
Autori/Curatori: Andrea Romoli
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 1-2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 22 P. 131-152 Dimensione file: 308 KB
DOI: 10.3280/FU2011-001010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Nello studio l’Autore descrive il sistema dei <i> media </i> nell’Afghanistan occidentale spiegando come radio, televisioni e giornali cerchino di giocare il loro ruolo nello sviluppo democratico e sociale del paese. Lo studio entra nel dettaglio della programmazione e dei palinsesti delle diverse emittenti aiutando a comprendere come esse organizzino il loro lavoro nel tentativo di trovare una via afgana alle comunicazioni di massa. Lo studio nasce da una lunga ricerca sul campo che l’Autore ha realizzato in qualità di analista Psyops del contingente italiano ad Herat.

Andrea Romoli, I sistemi dei mezzi di comunicazione di massa nell'Afghanistan occidentale (Herat) in "FUTURIBILI" 1-2/2011, pp 131-152, DOI: 10.3280/FU2011-001010