Metodo e partecipanti . La tecnica delle griglie di repertorio (Kelly, 1955) è stata applicata a 30 pazienti agorafobici, così da elicitare i loro costrutti personali più significativi. Come "gruppo di controllo" sono stati utilizzati altrettanti pazienti affetti da altre psicopatologie. I costrutti personali dei due gruppi di pazienti sono stati categorizzati secondo criteri ermeneutici e comparati mediante test statistici. I risultati corroborano l’ipotesi formulata: tra i pazienti agorafobici vi è una significativa prevalenza dei costrutti relativi alla semantica della libertà, mentre ciò non si rileva nel gruppo di controllo. Tali risultati e i loro limiti sono discussi sia alla luce delle possibili ricadute cliniche sia di questioni epistemologiche e metodologiche più ampie inerenti la ricerca.)" />
Clicca qui per scaricare

Tra libertà e costrizione. Il dilemma dell'agorafobia
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Marco Castiglioni, Laura Contino, Manuel Villegas y Besora 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 139-153 Dimensione file:  355 KB
DOI:  10.3280/PSOB2011-001010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Scopo della ricerca è sottoporre al vaglio empirico la tesi clinica, comune a diversi approcci psicoterapeutici, circa la connessione tra agorafobia e semantica della libertà, ipotizzando che i costrutti personali connessi alla sfera della "libertà-costrizione" siano preminenti per i pazienti agorafobici. Metodo e partecipanti . La tecnica delle griglie di repertorio (Kelly, 1955) è stata applicata a 30 pazienti agorafobici, così da elicitare i loro costrutti personali più significativi. Come "gruppo di controllo" sono stati utilizzati altrettanti pazienti affetti da altre psicopatologie. I costrutti personali dei due gruppi di pazienti sono stati categorizzati secondo criteri ermeneutici e comparati mediante test statistici. I risultati corroborano l’ipotesi formulata: tra i pazienti agorafobici vi è una significativa prevalenza dei costrutti relativi alla semantica della libertà, mentre ciò non si rileva nel gruppo di controllo. Tali risultati e i loro limiti sono discussi sia alla luce delle possibili ricadute cliniche sia di questioni epistemologiche e metodologiche più ampie inerenti la ricerca.


Keywords: Agorafobia; psicopatologia; significato; semantica "libertà-costrizione"; costrutti personali; tecnica delle griglie di repertorio



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Marco Castiglioni, Laura Contino, Manuel Villegas y Besora, in "PSICOBIETTIVO" 1/2011, pp. 139-153, DOI:10.3280/PSOB2011-001010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche