Clicca qui per scaricare

West and East Coasts: la formazione nella Gestalt terapia tra scienza ed esperienza
Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT 
Autori/Curatori: Riccardo Zerbetto 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 47-58 Dimensione file:  1306 KB
DOI:  10.3280/GEST2010-002004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’articolo si propone di esplorare la relazione tra teoria e prassi nell’approccio gestaltico. L’orientamento della West Coast, di cui Fritz Perls fu espressione negli ultimi anni della sua vita, sembra privilegiare l’aspetto esperienziale nell’agire terapeutico, mentre l’orientamento della East Coast tende ad affidarsi maggiormente a presupposti teorici come la teoria del sé e del contatto. Sebbene un superamento di tale contrapposizione sia teoricamente possibile ed anzi auspicabile, sarebbe vano negare che tale differenza sussiste nei fatti ancora adesso a 40 anni dalla morte del Padre della psicoterapia della Gestalt. Nel presente articolo, in particolare, viene preso in esame il concetto di esperienzialismo ateorico elaborato da Claudio Naranjo a confronto con una rielaborazione sulla teoria del sé come membrana della interazione Organismo/Ambiente elaborata dallo scrivente.


Keywords: Ateoretico, Naranjo, West Coast, membrana-sé, esperienzialismo



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Riccardo Zerbetto, in "QUADERNI DI GESTALT" 2/2010, pp. 47-58, DOI:10.3280/GEST2010-002004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche