Clicca qui per scaricare

Darwin e il dibattito linguistico coevo
Titolo Rivista: PARADIGMI 
Autori/Curatori:  Stefano Gensini 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 2 Evoluzione, filosofia, ideologia Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 47-66 Dimensione file:  117 KB
DOI:  10.3280/PARA2011-002004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il dibattito accesosi nel 1861 e culminato nel 1875 intorno alle implicazioni linguistiche di The Origin of Species (1859) e, più tardi, di The Descent of Man (1871) tocca temi che hanno permanenti motivi di attualità. L’articolo esamina gli interventi dei sostenitori di Darwin (Huxley, Lyell, Schleicher, Haeckel) e del suo più ardente avversario, il filologo tedesco Max Müller. Discute anche il senso e i limiti dell’appoggio che Darwin ricevette, nella polemica con Müller, da parte del linguista nordamericano W.D. Whitney. Secondo l’autore, Darwin, pur sottomettendo il linguaggio, come le altre facoltà cognitive superiori dell’uomo, al principio della selezione naturale, evita però ogni riduzionismo nel rapporto fra animali umani e scimmie antropomorfe.


Keywords: Animali non umani, Coevoluzione, Darwin, Linguaggio, Linguistica, Selezione naturale

Stefano Gensini, in "PARADIGMI" 2/2011, pp. 47-66, DOI:10.3280/PARA2011-002004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche