Clicca qui per scaricare

Vienna, il crepuscolo del mondo di ieri e l’alba del mondo nuovo
Titolo Rivista: TERRITORIO 
Autori/Curatori:  Giovanni Denti 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 58 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  6 P. 155-160 Dimensione file:  633 KB
DOI:  10.3280/TR2011-058015
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La costruzione degli Höfe viennesi è stata un’autentica epopea: teorici dell’austro marxismo come Otto Bauer vedevano nella realizzazione dei grandi complessi residenziali la concretizzazione del «Mondo nuovo» che avrebbe dato nuova dignità sociale e culturale alla classe operaia fi no a quel momento sfruttata: il «mondo di ieri» contro il mondo nuovo. La contrapposizione tra quartieri operai e città borghese era sottolineata anche dai caratteri architettonici di questi nuovi complessi residenziali: grandi corti chiuse, ove erano concentrate le funzioni collettive e culturali, accessi trattati come «porte» e in alcuni casi, come il Karl Marx-Hof, torrette distribuite lungo la facciata che restituivano l’immagine di un sistema fortezze, simbolicamente accerchianti la Vienna edifi cata negli ultimi giorni dell’impero, costruita attorno al Ring. A distanza di circa novant’anni lo stratifi carsi della storia ha conferito alle diverse parti di Vienna un carattere fortemente coeso: come avrebbe detto Robert Musil «tutto si è amalgamato»


Keywords: Vienna Rossa; Höfe; morfologia urbana



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Giovanni Denti, in "TERRITORIO" 58/2011, pp. 155-160, DOI:10.3280/TR2011-058015

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche