Clicca qui per scaricare

"Un mucchio di reliquie". Perec e Pontalis: dall'assenza di memoria alla memoria dell'assenza
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Autori/Curatori: Ferdinando Amigoni 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  22 P. 333-354 Dimensione file:  292 KB
DOI:  10.3280/PU2011-003002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Georges Perec (1936-1982), grande scrittore francese di origine ebraica, da maggio 1971 a giugno 1975 è in analisi col famoso psicoanalista Jean-Bertrand Pontalis. Orfano della Shoah, Perec si trova in una difficilissima situazione di stallo: se vuole continuare a scrivere (ovvero, se vuole continuare a vivere), deve fare i conti con la sua infanzia, ma la memoria è assente; i genitori sembrano non aver lasciato nulla dietro di loro. Perec si trova, all’apparenza, privo di memoria: il suo inconscio sembra risolversi nel nulla di una dilagante macchia bianca. E tuttavia qualcosa sembra affiorare nel corso di un’analisi connotata da affetti molto forti: l’analizzando arriverà a capire che può avvicinarsi al fantasma materno, alla sua assenza, senza restarne annichilito; l’analista comprenderà come sia necessario rispettare, in una certa misura, le fortificazioni difensive di un soggetto colpito nel corso dell’infanzia da una serie di lutti immedicabili e reali.


Keywords: Lutto, traccia mnestica, annullamento degli affetti, scrittura, controtransfert



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Ferdinando Amigoni, in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 3/2011, pp. 333-354, DOI:10.3280/PU2011-003002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche