Clicca qui per scaricare

Ai margini dell’intervento straordinario. Le Marche tra la Cassa per il Mezzogiorno e la piccola impresa
Titolo Rivista: STORIA URBANA  
Autori/Curatori: Alberto Grandi, Stafano Magagnoli 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 130 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  23 Dimensione file:  1281 KB
DOI:  10.3280/SU20011-130007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le politiche di sviluppo economico attuate nella regione marchigiana a partire dal secondo dopoguerra si confrontano con due variabili significative che definiscono il contesto di intervento. Da un lato, la caratteristica dimensionale e qualitativa del tessuto produttivo locale: esso è composto per lo più da piccole imprese, sviluppatesi seguendo un percorso di industrializzazione di natura sostanzialmente endogena, ed è segnato dalla presenza di una imprenditoria diffusa, la cui origine si lega a strutture economiche e sociali formatesi nel lungo periodo. Dall’altro lato, la peculiarità amministrativa e geografica, per cui la parte più meridionale del territorio regionale è interessata dai provvedimenti della Cassa per il Mezzogiorno. Le politiche pubbliche a sostegno dell’industrializzazione intervengono in questo contesto secondo due differenti strategie. Nel primo trentennio dopo la Seconda guerra mondiale, esse sembrano soprattutto orientate a sostenere la competizione territoriale, nel quadro delle scelte nazionali di localizzazione industriale e di allocazione delle risorse; le Aree industriali attrezzate rappresentano, per tutto questo periodo, uno strumento attraverso il quale attrarre l’insediamento di imprese "esterne". L’istituzione del Consorzio per il Nucleo d’industrializzazione di Ascoli Piceno, nell’ambito degli interventi della Cassa per il Mezzogiorno, si inquadra in questa prima fase. Una seconda fase, dalla metà degli anni Settanta, vede invece prevalere l’obiettivo di riequilibrare le asimmetrie createsi negli anni precedenti e rappresentate dal maggiore sviluppo economico, sociale e demografico della fascia costiera e delle zone d’imbocco delle valli. Le Aia di iniziativa regionale attivate in questa seconda fase mostrano una diversa declinazione dell’uso di questo strumento, mirata a interagire con le dinamiche della piccola impresa.


Keywords: Marche distretti industriali piccola impresa competizione territoriale Nuclei di industrializzazione



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Alberto Grandi, Stafano Magagnoli, in "STORIA URBANA " 130/2011, pp. , DOI:10.3280/SU20011-130007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche